lunedì 05 dicembre | 03:39
pubblicato il 21/ago/2014 18:40

*Per i big di Wall Street finora 130 mld tra multe e rimborsi -2-

(ASCA) - Roma, 21 ago 2014 - I problemi miliardari di Moynihan nascano in gran parte proprio da Countrywide, l'istituto specializzato in mutui residenziali che nel 2008 venne acquisito da Bank of America, allora guidata da Ken Lewis. E nei giorni infuocati del settembre del 2009, l'allora segretario al tesoro Henry Paulson e il presidente della Fed di New York Tim Geithner (poi ministro del tesoro con Obama) riunirono i banchieri di Wall Street per salvare Lehman Brothers mandandola nelle braccia di Bank of America ma John Thain riusci' a convincere Ken Lewis con il risultato che Lehman e' sparita e Merrill Lynch e' stata acquisita da Bank of Amerca.

Lewis lascio' la banca dopo pochi mesi con una liquidazione da 83 milioni di dollari. Moynihan da allora guida Bank of America con poche gioie e molti dolori.

L'acquisizione di Countrywide e Merrill Lynch sono le cause principali, per l'esposizione sui mutui e sugli strumenti tossici legati alla piu' grande bolla finanziaria nella storia di Wall Street.

L'acquisizione di Countrywide sembrava un grande affare, pagata appena 2,5 miliardi di dollari. A prezzi simbolici l'acquisto di Merrill Lynch. Dal 2009 l'attivita' mutui ha generato perdite superiori a 50 miliardi di dollari per Bank of America che fino al 2007 aveva una modesta esposizione nel settore, appena il 7% rispetto al 14% di Countrywide.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari