domenica 04 dicembre | 20:16
pubblicato il 17/gen/2014 18:46

Pensioni: Mancini (Ugl), Governo ci convochi su indicizzazione

(ASCA) - Roma, 17 gen 2014 - ''La presa di posizione di Cesare Damiano, che chiede al Ministro Giovannini l'apertura di un tavolo concertativo con i sindacati sulla indicizzazione, non puo' che essere letta in chiave positiva, se non altro perche' non e' da paese civile abbandonare i propri padri, pensionati ed anziani, alla poverta'''. Lo dichiara il segretario nazionale dell'Ugl Pensionati, Geremia Mancini, che commenta la nota del presidente della commissione lavoro della Camera, Cesare Damiano, spiegando che ''se la sollecitazione arriva addirittura dal presidente Damiano, significa che la misura e' davvero colma: bisogna restituire potere d'acquisto alle pensioni, dopo anni di vergognose vessazioni verso gli anziani, perche' potrebbe essere un primo passo anche per favorire la ripresa dei consumi e dello sviluppo''. Per il sindacalista ''e' necessario un tavolo sull'indicizzazione delle pensioni: e' sotto gli occhi di tutti, forse meno del Governo, che oggi pensionati ed anziani in genere, nella stragrande maggioranza, sono ben sotto la soglia di ogni umana sopportazione e vivibilita'''. ''Per questo - conclude - qualsiasi enunciazione, che abbracci e sottoscriva gli appelli che muovono dal mondo sindacale, va salutata positivamente''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari