domenica 11 dicembre | 06:03
pubblicato il 16/lug/2013 11:13

Pensioni: Inps, nel 2012 spesa di 198 mld euro, +1,8% da 2011

Pensioni: Inps, nel 2012 spesa di 198 mld euro, +1,8% da 2011

(ASCA) - Roma, 16 lug - Nel 2012 la spesa per le sole pensioni Inps e' stata di 198 miliardi di euro: +1,8% rispetto al 2011, quando era stata di 194,5 miliardi. Lo rivela lo stesso Istituto di previdenza nel suo rapporto annuale, precisando di aver erogato ogni mese fra private e pubbliche, circa 21,1 milioni di pensioni (di natura sia previdenziale sia assistenziale) a piu' di 15,9 milioni di cittadini, per una spesa complessiva che e' stata, nel 2012, di 261,3 miliardi di euro. Di questi, 63,3 miliardi si riferiscono a pensioni ex-Inpdap ed ex-Enpals. L'incremento del 34,4% nelle uscite per pensioni e' - secondo l'istituto - imputabile quindi quasi integralmente all'incorporazione degli enti soppressi. Riguardo all'importo medio mensile delle prestazioni previdenziali, questo e' stato di 881 euro, quello delle pensioni ex Inpdap di 1.725 euro e quello delle pensioni ex Enpals di 1.175 euro. A determinare le differenze fra le varie gestioni - sottolinea l'Inps - concorrono numerosi fattori, quali una maggiore discontinuita' lavorativa nel privato rispetto al pubblico, un maggior numero di pensioni di vecchiaia calcolate su minimi contributivi, una maggiore presenza di donne pensionate e un elevato numero di pensioni indirette liquidate nella gestione privata. Sul fronte della gestione privata, il numero delle pensioni Inps al 31 dicembre 2012 e' stato di circa 18,3 milioni: di queste, circa 3,6 milioni (20%) sono state costituite da prestazioni assistenziali, mentre e' stato di circa 14,6 milioni (80%) il numero delle pensioni previdenziali. Gli importi medi delle prestazioni differiscono sensibilmente tra le varie tipologie di trattamenti: da 1.527 euro mensili per le pensioni di anzianita', a 695 e 606 euro mensili, rispettivamente, per le pensioni di vecchiaia e di invalidita', mentre le prestazioni ai superstiti hanno un importo medio mensile di 565 euro. Il valore medio mensile delle prestazioni assistenziali e' stato di 428 euro, in maggioranza (62%) destinati a donne. Dei 3,6 milioni di prestazioni assistenziali, circa 849 mila sono stati costituiti da pensioni e assegni sociali (importo medio mensile 433 euro), mentre oltre 2,7 milioni - prosegue l'Inps - hanno rappresentato prestazioni agli invalidi civili (427 euro mensili). Il 47,2% delle pensioni Inps, infine, ha importi inferiori ai 500 euro mensili, il 28,7% importi compresi fra 500 e 1000 euro e il 12,5% importi che non superano i 1500 euro. Il restante 11,6% percepisce pensioni oltre i 1500 euro lordi mensili. rba/mau/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina