domenica 11 dicembre | 03:18
pubblicato il 28/giu/2016 15:57

Pensioni, Camusso: Governo si confronta perché ha perso consenso

Segretaria gen. CGIL: "Ape non ci piace, modificare legge Fornero"

Pensioni, Camusso: Governo si confronta perché ha perso consenso

Roma, 28 giu. (askanews) - Il Governo ha mostrato "scarso rispetto" delle parti sociali per due anni e sul tema delle pensioni "ha fatto finta di niente per due leggi di stabilità". Ora si è reso conto che "non gode di tutti questi consensi e ha cambiato opinione" aprendo un tavolo di confronto con i sindacati. Lo ha detto il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, in una videointervista all'Huffington Post.

"Abbiamo dei tavoli aperti - ha proseguito - vedremo se produranno dei risultati. L'Ape, l'anticipazione pensionistica, è però un mutuo sulla pensione. Significa che si sta giocando sulla disperazione di chi non ce la fa più. Il presito non ci piace perché è un elemento diseguale e non affronta il cuore del problema. La proposta del Governo non va nella direzione di una modifica della legge Fornero, come chiediamo. Non vorrei che l'unica patrimoniale fosse fatta sugli operai".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina