sabato 21 gennaio | 03:47
pubblicato il 17/apr/2014 18:37

Parmalat: si' a cda a 7 membri, Chersicla presidente, 1 posto a minoranz

(ASCA) - Milano, 17 apr 2014 - L'assemblea dei soci di Parmalat ha approvato le modifiche allo Statuto proposte dal socio di maggioranza Lactalis. Il risultato e' un taglio dei componenti del board, scesi dagli 11 precedenti a 7, e meno spazio per le minoranze, che da oggi in avanti potranno contare soltanto su un posto in consiglio. E' questa la conseguenza di un'assemblea che ha visto la sola Lactalis votare a favore delle proposte da essa stessa presentata. Il via libera alla modifica statutaria e' infatti arrivato con il solo voto favorevole dell'84,04% del capitale sociale, esattamente la quota che fa capo ai francesi.

Contrario solo il 5,39%, nessun astenuto. A nulla e' servita la protesta dei rappresentati dei Fondi che hanno provato ad alzare le barricate al momento del dibattito. Particolarmente duro l'intervento del rappresentante di Talete, che ha raccolto deleghe tra gli investitori istituzionali per lo 0,4% del capitale sociale: la modifica dello Statuto societario proposta dalla famiglia Besnier, ha denunciato dopo aver preso la parola in assemblea: ''E' un passaggio che se approvato si tradurrebbe in un ritorno al passato molto pericoloso. Sara' un precedente inquietante di abbassamento degli standard, con il rischio di evoluzione da parte di altri azionisti di controllo di societa' in Italia. E' un cambiamento che in buona sostanza riduce i diritti degli azionisti di minoranza''. Dello stesso avviso i rappresentanti di Fidelity e Amber.

Alla fine Lactalis il risultato lo porta comunque a casa.

Il nuovo consiglio di amministrazione di Parlamat risulta dunque composto da 6 consiglieri espressione dei francesi di Lactalis (Gabriella Chersicla a cui va la presidenza, Antonio Sala, Riccardo Perotta, Patrice Gassenbach, Paolo Francesco Lazzati, Laura Gualtieri) piu' un amministratore indipendente indicato dalle minoranze (Umberto Mosetti). Del vecchio board sopravvivono in tre: Cheriscla, Sala e Mosetti. Lasciano tutti gli altri, compreso il presidente Franco Tato'. fcz/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4