lunedì 05 dicembre | 12:19
pubblicato il 20/lug/2016 08:31

Parigi vuole amare, parole d'ordine sicurezza e risparmio

Viaggio in una città che non vuole perdere la sua leadership

Parigi vuole amare, parole d'ordine sicurezza e risparmio

Roma, (askanews) - "E' stato fatto molto lavoro di intelligence, girando si avvertono in questo senso segnali molto importanti. La popolazione si sente più sicura, le terrazze sono affollate. E c'è poi un grande sforzo da parte dei professionisti del turismo, a cominciare dagli albergatori. Sforzi importanti anche con un nuovo messaggio, Parigi vuole amare tutti coloro che vengono a visitarla".

Parola di Nicola Mesiano, italiano che a Parigi ha costruito, nel turismo d'accoglienza, tutta una vita, con un'esperienza ultradecennale nel segmento recettivo che oggi lo vede manager di All Incoming, uno dei principali tour operator che gestisce in Francia i visitatori in arrivo dall'estero, in primis italiani proprio come Nicola.

Per raccontare di una Parigi che non ha nessuna intenzione di rinunciare alla sua leadership turistica mondiale si parte proprio dall'analisi di chi dipende in prima battuta dal business leisure. Parigi che non resta certo con le mani in mano, nessun fatalismo e molto lavoro fatto e da fare. Il messaggio innanzitutto, sin dall'imbarco sul volo della compagnia di bandiera, Air France, è cortesia e voglia di rimanere al primo posto nell'amore di chi sceglie Parigi e la Francia. Messaggio, Parigi vi ama, che campeggia in bella vista anche nel nuovo brand della società aeroportuale parigina, e che contagia i parigini, meno nasino all'insù e tanta consapevolezza di quanto un sorriso può bastare a chi cerca, in terra di Francia, quell'affascinante mix tra nobiltà e boheme che diventa esperienza vera solo sotto la Tour Eiffel, a Mont Martre, a Notre Dame o navigando sul bateux Parisien lungo la Senna, anche sotto la pioggia.

Aria diversa, insomma, per la Parigi classica, di chi arriva per la prima volta, e per quella meno sconosciuta, per chi sceglie di ripetere. L'elenco sarebbe lunghissimo in entrambi i casi: solo qualche sollecitazione. Va di moda il X arrondissment, il canale di Saint Martin. Si può mangiare anche con poco e bere molto bene, alla francese, da Chartier ai Grand Boulevards. E per una serata da Grandeur c'è il Lido, e l'ultima rivista di successo firmata, guarda un pò, da un italo-belga. La conferma di quanto verificato sul campo, oltre al punto sulle novità parigine arriva da Olga D'Auria di Parigi.it. Il sito che spopola nella costruzione, online, di percorsi inediti e on demand:

"Ci sono turisti che vengono per la prima volta e scelgono tour classici. Poi c'è chi ritorna e vuole nuove esperienze. Ecco allora un tour per enoteche e cantine, oppure sulle tracce dei film più celebri girati a Parigi, ancora la crociera lungo il Canale saint Martin, oggi la zona più trendy di Parigi".

E l'amore rinnovato della città ai suoi visitatori si sente. E si avverte anche nel portafoglio. L'ultima dritta, molto importante, per scegliere ancora un viaggio in direzione di Parigi la fornisce di nuovo l'operatore turistico più esperto, Nicola Mesiano:

"Direi che è anche una grande occasione adesso per godere Parigi a costi contenuti, e lo sarà anche nei prossimi mesi".

Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Pil
Pil, Istat: verso stabilizzazione ritmo di crescita dell'economia
Riforme
Riforme, Dijsselbloem: mercati calmi, non servono misure emergenza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari