giovedì 08 dicembre | 01:51
pubblicato il 21/lug/2016 09:07

Parigi e la forma, dalla 2 Cavalli alla nuova Filarmonica

Elegante e moderna, è anche trampolino per tutta la Francia

Parigi e la forma, dalla 2 Cavalli alla nuova Filarmonica

Roma, (askanews) - Parigi in movimento, Parigi che non si ferma anzi non ci pensa nemmeno a fermarsi. Intellettuale sì, indolente sempre meno, metropoli fresca e moderna quanto elegante. I tratti della capitale di Francia sono noti a milioni di turisti ogni anno. Qualcosa però è cambiato. E quel dinamismo innato e proprio della Parigi che viveva di gloria oggi è ancora più evidente. E convincente. Così per il visitatore si aprono strade nuove, storie più calde da raccontare, percorsi da mantenere forse segreti in attesa di tornare a condividerli, nella città che chiedeva amore indiscusso e oggi l'amore lo vuole tornare invece a dare. Tutti sono allora parigini, se si sceglie invece che il tradizionale metrò, per una volta di affrontare l'asfalto che c'è in superfice a bordo della più amata di Francia, la 2 Cavalli. In tour per i viali più belli di Parigi, per i quartieri più famosi, l'attrazione non è quasi più il monumento che scorre sullo sfondo ma il passeggero stesso. Le foto le fanno a chi è in macchina, gli stessi parigini. E all'autista, che non poteva che toccare italiana, Marta l'architetto che Parigi l'ha scelta e non la molla più:

"Parigi va vista come un vero parigino, allora non c'è niente di meglio che fare un giro in 2 cavalli alla scoperta degli angoli più nascosti della città".

Cambiando registro, per chi ama le forme (come quelle della 2 Cavalli), Parigi non permette di perdere tempo. La fondazione Luis Vuitton al Bois de Boulogne è l'emblema, nella sua nuova veste, del design che si fa arte pura. Stessa cosa per un altro edificio certo noto, quello del museo del Quay Brainly. Linee morbide, e all'interno spazi sontuosi quanto intimi. Ma il clou è nella nuova, almeno turisticamente, la Villette. Al finale del canale di Saint Martin, meta del parigino più a la page, c'è l'opera che non ti aspetti. Una polifunzionale arca dedicata tutta alla Filarmonica di Parigi.

E se per Parigi può bastare, con alle spalle il muro di Abesses che racconta l'amore in tutte le lingue ancora un'operatice italiana, Paola Pacchiana di Pierre et Vacances, fornisce ancora il racconto di tutta un'altra Francia da Parigi a portata di mano, facile facile:

"E' anche un punto di partenza per viaggiare in tutta la Francia, con 3 ore di Tgv si arriva a Marsiglia, in Costa Azzurra, e con un'ora e mezzo di macchina si arriva in Normandia e Bretagna".

Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni