mercoledì 22 febbraio | 19:20
pubblicato il 21/lug/2016 09:07

Parigi e la forma, dalla 2 Cavalli alla nuova Filarmonica

Elegante e moderna, è anche trampolino per tutta la Francia

Parigi e la forma, dalla 2 Cavalli alla nuova Filarmonica

Roma, (askanews) - Parigi in movimento, Parigi che non si ferma anzi non ci pensa nemmeno a fermarsi. Intellettuale sì, indolente sempre meno, metropoli fresca e moderna quanto elegante. I tratti della capitale di Francia sono noti a milioni di turisti ogni anno. Qualcosa però è cambiato. E quel dinamismo innato e proprio della Parigi che viveva di gloria oggi è ancora più evidente. E convincente. Così per il visitatore si aprono strade nuove, storie più calde da raccontare, percorsi da mantenere forse segreti in attesa di tornare a condividerli, nella città che chiedeva amore indiscusso e oggi l'amore lo vuole tornare invece a dare. Tutti sono allora parigini, se si sceglie invece che il tradizionale metrò, per una volta di affrontare l'asfalto che c'è in superfice a bordo della più amata di Francia, la 2 Cavalli. In tour per i viali più belli di Parigi, per i quartieri più famosi, l'attrazione non è quasi più il monumento che scorre sullo sfondo ma il passeggero stesso. Le foto le fanno a chi è in macchina, gli stessi parigini. E all'autista, che non poteva che toccare italiana, Marta l'architetto che Parigi l'ha scelta e non la molla più:

"Parigi va vista come un vero parigino, allora non c'è niente di meglio che fare un giro in 2 cavalli alla scoperta degli angoli più nascosti della città".

Cambiando registro, per chi ama le forme (come quelle della 2 Cavalli), Parigi non permette di perdere tempo. La fondazione Luis Vuitton al Bois de Boulogne è l'emblema, nella sua nuova veste, del design che si fa arte pura. Stessa cosa per un altro edificio certo noto, quello del museo del Quay Brainly. Linee morbide, e all'interno spazi sontuosi quanto intimi. Ma il clou è nella nuova, almeno turisticamente, la Villette. Al finale del canale di Saint Martin, meta del parigino più a la page, c'è l'opera che non ti aspetti. Una polifunzionale arca dedicata tutta alla Filarmonica di Parigi.

E se per Parigi può bastare, con alle spalle il muro di Abesses che racconta l'amore in tutte le lingue ancora un'operatice italiana, Paola Pacchiana di Pierre et Vacances, fornisce ancora il racconto di tutta un'altra Francia da Parigi a portata di mano, facile facile:

"E' anche un punto di partenza per viaggiare in tutta la Francia, con 3 ore di Tgv si arriva a Marsiglia, in Costa Azzurra, e con un'ora e mezzo di macchina si arriva in Normandia e Bretagna".

Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Toshiba
Toshiba vola in Borsa (+22%) su ipotesi vendita chip
Alitalia
Alitalia, Uilt: pronti a nuovi scioperi, domani confermato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech