martedì 17 gennaio | 16:11
pubblicato il 10/set/2016 11:12

Padoan: frenata globale peserà su previsioni di crescita e conti

Intervista al Messaggero: Mi aspetto che l'Ue ne tenga conto

Padoan: frenata globale peserà su previsioni di crescita e conti

Roma, 10 set. (askanews) - Il quadro macroeconomico globale è peggiorato negli ultimi mesi e "questo si ripercuote su un'economia aperta come quella italiana", ha rilevato il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan ventilando, in una intervista al Messaggero, revisioni al ribasso sulle previsioni di crescita e inflazione che "meccanicamente avranno effetto sulle grandezze di finanza pubblica". Tuttavia, dopo la battuta d'arresto certificata dall'Istat sull'espansione economica del secondo trimestre "anche se parliamo di grandezze intorno allo 0,1%, la crescita continua, anzi si rafforza".

E parallelamente "la finanza pubblica continua nella sua direzione di aggiustamento", con il deficit-Pil che "continuerà a calare, mentre il debito dovrebbe andare nella direzione giusta: cioè stabilizzarsi rispetto al prodotto e probabilmente cominciare a diminuire". Dei provvedimenti da inserire nella legge di bilancio "stiamo ancora discutendo", ad ogni modo ci si può attendere innanzitutto "l'eliminazione delle clausole di salvaguardia. Stiamo parlando di 15 miliardi, quasi un punto di Pil, per evitare un aumento di imposte indirette di importo equivalente".

"Poi - prosegue Padoan - resta un margine stretto e anche per alcune misure selettive. Il sostegno agli investimenti e alla produttività, poi ci sono le pensioni, di cui si è parlato molto, e un capitolo che potremmo chiamare redistribuzione o risorse per la povertà".

Quanto alla flessibilità prevista dalle regole europee sui conti, che l'Italia invoca, "visto che c'è meno crescita mi aspetto" che a Bruxelles se ne "tenga conto". E se la posizione della Commissione europea "è che la flessibilità si usa una volta sola, sul Patto di Stabilità - nota il ministro - c'è una discussione in corso". Mentre sulle spese straordinarie per il terremoto "la Commissione ha ribadito recentemente che sono già coperte dalle norme sugli eventi eccezionali, e quindi sono escluse dal computo ai fini del deficit".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste tutela volontariamente clienti investitori del fondo Irs
Fca
Fca, Berlino: richiamare Jeep Renegade, Fiat 500 e Doblò
Auto
Fca, anche a dicembre vendite in Europa meglio del mercato
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Vola il mercato dell'auto nel 2016, crescita a due cifre per Fca
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda Milano, guardaroba Trussardi per l'uomo s'ispira ai tarocchi
Scienza e Innovazione
Avviata Consulta dei Presidenti degli Enti Pubblici di Ricerca
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa