domenica 26 febbraio | 16:30
pubblicato il 27/ago/2014 13:46

P.A., Ugl: da misure Governo nessun risparmio per casse Stato

Ghinelli: non hanno nulla a che fare con spending review (ASCA) - Roma, 27 ago 2014 - "La riduzione dei permessi e dei distacchi sindacali nella Pa non conduce a nessun sostanziale risparmio per le casse dello Stato". Lo dichiara il segretario confederale dell'Ugl, Augusto Ghinelli, spiegando come "la manovra annunciata dal governo nella Pa non ha niente a che fare con la spending review: al contrario, verranno richieste ulteriori tasse ai contribuenti, dal momento che i circa 1.500 sindacalisti che ritorneranno nelle proprie amministrazioni andrebbero a percepire diversi emolumenti economici, a cui non accederebbero in caso di distacchi o di permessi sindacali". "Se queste sono le manovre per raggiungere il risparmio economico nella Pa - aggiunge il sindacalista - nutriamo seri dubbi sulle capacita' dell'attuale governo di valutare e analizzare le naturali conseguenze che ne possano derivare da ogni sua operazione politico o economica. L'unica constatazione indiscutibile - conclude - e' quella di voler consegnare all'opinione pubblica un'informazione populistica 'del fare', realizzando dal nulla nuove spese per i contribuenti".

Red/Gab

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech