domenica 04 dicembre | 23:46
pubblicato il 22/mar/2013 12:00

P.A./ Squinzi: Pochino delusi da misure su sblocco pagamenti

Presidente Confindustria: Ci aspettavamo pagamento 48 miliardi

P.A./ Squinzi: Pochino delusi da misure su sblocco pagamenti

Palermo, 22 mar. (askanews) - "E' uscito un provvedimento sul quale non possiamo ancora esprimere un parere definitivo, perché non conosciamo il testo, ma sicuramente siamo un pochino delusi perchè non era quello che ci aspettavamo. Noi ci aspettavamo un pagamento dei 48 miliardi, invece la previsione è di procedere con 20 miliardi in tempi ristretti, e altri venti all'inizio dell'anno prossimo". Lo ha detto il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, incontrando i giornalisti a Palermo. "Siamo comunque soddisfatti perché finalmente è stato messo al centro dell'attenzione del Consiglio dei ministri il tema dei pagamenti arretrati scaduti della pubblica amministrazione. Un problema che un paese civile come l'Italia non può tollerare". Sui 71 miliardi di debito della pubblica amministrazione nei confronti delle imprese, stimati da Bankitalia, Squinzi ha aggiunto: "Ritengo sia una stima inferiore rispetto alle dimensioni reali del debito della pubblica amministrazione nei confronti dell'impresa".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari