domenica 04 dicembre | 00:58
pubblicato il 21/ott/2013 16:21

P.A.: Sarmi, per digitalizzazione auspicabile piano servizi e-government

(ASCA) - Roma, 21 ott - ''Il punto importante'' sulla digitalizzazione della Pa ''ora e' convergere. Confindustria vuole avere un ruolo attivo in questo ambito'' ed e' ''auspicabile disporre di un piano di servizi di e-government in cui siano delineate le caratteristiche dei servizi, i livelli di qualita', gli standard metodologici e le linee di controllo''. Lo ha detto Massimo Sarmi, ad di Poste Italiane e delegato Confindustria per la diffusione dei servizi digitali evoluti, intervenendo al secondo Italian Digital Agenda Annual Forum alla Confindustria. ''Questo piano - ha aggiunto - non puo' prescindere dall''identita' digitale, da un unico punto di accesso ai servizi e dalla capacita' di gestire e trasferire dati in sicurezza. Al piano dei servizi - ha aggiunto l'ad di Poste - non puo' non associarsi un piano di infrastrutture. Per gli ammodernamenti necessari servono cospicue risorse, quindi e' importante collegare in una logica cloud le infrastrutture esistenti. Mentre le nuove infrastrutture devono essere dimensionate con attenzione'' con particolare riferimento al mondo del ''turismo, sanita', semplificazione della vita amministrativa e manifatturiero''. red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari