lunedì 27 febbraio | 11:26
pubblicato il 16/apr/2013 12:48

P.A.: Rete Imprese, decreto non prevede diritto imprese ad essere pagate

(ASCA) - Roma, 16 apr - ''Condividendo appieno le parole dei saggi riscontriamo invece che il provvedimento in discussione si fonda su una logica alquanto complessa, che mai mette al centro dell'attenzione il diritto delle imprese ad essere pagate''. Lo ha detto oggi il presidente di Cna, Ivan Malavasi, in rappresentanza di Rete Imprese Italia nel corso di un'audizione alla Camera sul tema dei pagamenti della Pubblica Amministrazione verso le imprese.

Per Malavasi il decreto ''anzi si fonda sulla regolazione degli 'scambi' tra pubbliche amministrazioni, prevedendo, peraltro, modalita' attuative complesse ed articolate che, da un lato, non assicurano l'effettivita' dell'espletamento delle procedure (tenendo conto soprattutto dei tempi ristretti imposti agli enti interessati in relazione alla cronica inefficienza della macchina pubblica), dall'altro non garantiscono che, seppure il complesso meccanismo si mettesse in moto, le risposte individuate dallo Stato per sopperire alle esigenze immediate di cassa giungano effettivamente a disposizione dei pagamenti alle imprese''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech