domenica 04 dicembre | 00:47
pubblicato il 11/apr/2013 10:09

P.A.: Pdl incontra Confindustria. ''Provvedimento-beffa, va cambiato''

P.A.: Pdl incontra Confindustria. ''Provvedimento-beffa, va cambiato''

(ASCA) - Roma, 11 apr - Si e' svolto stamattina un incontro tra una delegazione di Confindustria guidata dal Direttore generale Marcella Panucci e una delegazione del Pdl. Oggetto del confronto, le ''profonde modifiche necessarie'' per il provvedimento governativo sul pagamento dei debiti della P.A.

verso le imprese. ''Il Pdl - si legge in una nota del partito - dopo aver ascoltato nei giorni scorsi la voce di Rete imprese Italia, ha ascoltato oggi le opinioni di Confindustria. Anche in questo caso, e' stata confermata l'esigenza di un ripensamento complessivo del provvedimento, che appare assolutamente inadeguato rispetto agli obiettivi dichiarati''. Della delegazione del Pdl hanno fatto parte il coordinatore dei dipartimenti, Daniele Capezzone, il vicecapogruppo al Senato, Paolo Romani, i deputati, Luigi Casero, Maurizio Bernardo, Raffaello Vignali, Mara Carfagna, Alessandro Pagano. ''Cosi' com'e', il provvedimento ha i contorni di una beffa, che promette ma non puo' mantenere'', ha sottolineato Capezzone al termine dell'incontro. ''Siamo impegnati ad un'azione emendativa profondissima''. com-brm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari