lunedì 16 gennaio | 18:18
pubblicato il 04/set/2013 12:57

P.A.: Mef, ad oggi pagati debiti per 7,2 miliardi (1 update)

(ASCA) - Roma, 4 set - Ad oggi sono stati pagati ai creditori della Pubblica Amministrazione 7,2 miliardi di debiti scaduti, con un incremento di 2,2 miliardi dall'ultima rilevazione del 6 agosto scorso. Lo rende noto il Ministero dell'Economia e delle Finanze. Con il dl 'sblocca-debiti, spiega il Mef, ''al 4 settembre risulta che siano stati messi a disposizione degli enti pubblici debitori 17,9 miliardi di euro (il 90% dei 20 miliardi stanziati dal D.L. 35/2013), e che questi abbiano provveduto a pagare ai propri creditori debiti scaduti per un importo pari a 7,2 miliardi (36% dell'importo stanziato). Inoltre risulta che i 4,2 miliardi messi a disposizione delle Regioni per il comparto sanitario - e da queste gia' parzialmente trasferiti a ospedali e aziende sanitarie locali - siano in questi giorni in pagamento ai creditori''. Il Governo ''intende inoltre incrementare il pagamento nel corso del 2013 dei debiti pregressi degli enti territoriali'' sottolinea via XX settembre ed ''ha autorizzato immediatamente il pagamento di ulteriori 7,2 miliardi di euro''. Nel dettaglio, dal monitoraggio del Mef emerge che si e' proceduto all'erogazione di finanziamenti pari a 1,4 miliardi ''per il pagamento di debiti non sanitari a tutte le Regioni che ne hanno fatto richiesta - ad eccezione di Calabria, Campania e Sicilia le quali hanno in corso gli adempimenti necessari - gia' utilizzati pressoche' integralmente dalle Regioni stesse per il pagamento dei creditori''. E' stata effettuata poi l'erogazione di finanziamenti pari a 4,2 miliardi ''per il pagamento di debiti sanitari a tutte le Regioni per le quali sono state stanziate risorse, ad eccezione di Sardegna e Sicilia; dalle verifiche informali effettuate dal MEF risulta che questo importo sia stato utilizzato pressoche' integralmente dalle Regioni stesse per il pagamento ai creditori o trasferito ad aziende ospedaliere e aziende/unita' sanitarie locali per il pagamento dei rispettivi debiti''. Rilevato anche il pagamento da parte di Province e Comuni di debiti per un importo pari all'87% delle anticipazioni di cassa fornite da Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. agli enti locali (1,3 miliardi). Le Province hanno inoltre effettuato pagamenti di debiti per un importo pari a 970 milioni a valere sugli spazi finanziari messi a disposizione sul Patto di stabilita' interno (83% della disponibilita') mentre sulla stessa risorsa i Comuni hanno effettuato pagamenti per un importo pari 865 milioni (17% della disponibilita'; quest'ultimo dato e' aggiornato al 6 agosto). fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Luxottica
Luxottica ed Essilor verso fusione, Luxottica vola in borsa (+13%)
Luxottica
Luxottica si unisce a Essilor, nasce leader prodotti per la vista
Cambi
Sterlina a minimi dopo crollo ottobre, cala sotto 1,2 su dollaro
Conti pubblici
Conti pubblici: Ue chiede il conto, Italia tratta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Germania in guerra contro Fca: "Richiamare 500, Doblò e Renegade"
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello