martedì 06 dicembre | 04:47
pubblicato il 04/set/2013 12:57

P.A.: Mef, ad oggi pagati debiti per 7,2 miliardi (1 update)

(ASCA) - Roma, 4 set - Ad oggi sono stati pagati ai creditori della Pubblica Amministrazione 7,2 miliardi di debiti scaduti, con un incremento di 2,2 miliardi dall'ultima rilevazione del 6 agosto scorso. Lo rende noto il Ministero dell'Economia e delle Finanze. Con il dl 'sblocca-debiti, spiega il Mef, ''al 4 settembre risulta che siano stati messi a disposizione degli enti pubblici debitori 17,9 miliardi di euro (il 90% dei 20 miliardi stanziati dal D.L. 35/2013), e che questi abbiano provveduto a pagare ai propri creditori debiti scaduti per un importo pari a 7,2 miliardi (36% dell'importo stanziato). Inoltre risulta che i 4,2 miliardi messi a disposizione delle Regioni per il comparto sanitario - e da queste gia' parzialmente trasferiti a ospedali e aziende sanitarie locali - siano in questi giorni in pagamento ai creditori''. Il Governo ''intende inoltre incrementare il pagamento nel corso del 2013 dei debiti pregressi degli enti territoriali'' sottolinea via XX settembre ed ''ha autorizzato immediatamente il pagamento di ulteriori 7,2 miliardi di euro''. Nel dettaglio, dal monitoraggio del Mef emerge che si e' proceduto all'erogazione di finanziamenti pari a 1,4 miliardi ''per il pagamento di debiti non sanitari a tutte le Regioni che ne hanno fatto richiesta - ad eccezione di Calabria, Campania e Sicilia le quali hanno in corso gli adempimenti necessari - gia' utilizzati pressoche' integralmente dalle Regioni stesse per il pagamento dei creditori''. E' stata effettuata poi l'erogazione di finanziamenti pari a 4,2 miliardi ''per il pagamento di debiti sanitari a tutte le Regioni per le quali sono state stanziate risorse, ad eccezione di Sardegna e Sicilia; dalle verifiche informali effettuate dal MEF risulta che questo importo sia stato utilizzato pressoche' integralmente dalle Regioni stesse per il pagamento ai creditori o trasferito ad aziende ospedaliere e aziende/unita' sanitarie locali per il pagamento dei rispettivi debiti''. Rilevato anche il pagamento da parte di Province e Comuni di debiti per un importo pari all'87% delle anticipazioni di cassa fornite da Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. agli enti locali (1,3 miliardi). Le Province hanno inoltre effettuato pagamenti di debiti per un importo pari a 970 milioni a valere sugli spazi finanziari messi a disposizione sul Patto di stabilita' interno (83% della disponibilita') mentre sulla stessa risorsa i Comuni hanno effettuato pagamenti per un importo pari 865 milioni (17% della disponibilita'; quest'ultimo dato e' aggiornato al 6 agosto). fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari