mercoledì 07 dicembre | 11:47
pubblicato il 07/feb/2013 16:46

P.A.: Linea Amica compie 4 anni. Oltre 900mila contatti

(ASCA) - Roma, 7 feb - Linea Amica compie 4 anni. Il contact center della Pubblica Amministrazione nato nel 2009 e' stato al centro dell'evento ''2009-2013, i 4 anni di Linea Amica: il cittadino al centro della PA'', che si e' svolto il 7 febbraio 2013 a Palazzo Vidoni.

L'evento e' stato aperto dalle testimonianze di alcuni cittadini che hanno raccontato la loro esperienza con Linea Amica, in rappresentanza dei circa 900mila contatti sviluppati nel quadriennio.

Durante il dibattito e' emersa la stretta partnership fra Formez PA e Agenzia per l'Italia Digitale nella gestione del Portale degli italiani (www.lineaamica.gov.it, circa 5 milioni e mezzo di visitatori) e nei piani di sviluppo di Linea Amica (numero verde 803.001, da cellulare 06828881). I cittadini si rivolgono alla Pubblica Amministrazione ed a Linea Amica, per ottenere la rateizzazione di un pagamento oppure chiarimenti su un adempimento fiscale, un'indennita' pensionistica o bollette troppo elevate; piu' in generale, richiedono un consiglio-supporto su ogni forma di transazione economica, dal bonus per l'energia e il gas agli incentivi per la prima casa.

La fotografia dei cittadini che si rivolgono a Linea Amica e' articolata: uomini (48,3%) e donne (51,7%), di eta' compresa tra i 30 e i 60 anni (74,4%) contattano il servizio dall'intero territorio nazionale, in particolare dal Lazio (29,4% del totale), dalla Campania (11,4%), dalla Lombardia (13,3%) e dalla Sicilia (7,9%).

Il fatto che molte richieste provengano dai centri minori (53,1%) fa riflettere sul bisogno, per chi vive lontano dalle grandi metropoli, di ricevere un sostegno concreto per districarsi tra i meandri della burocrazia. Ciononostante, risultano significative anche le istanze giunte dalle citta' metropolitane (25,6%) e dai capoluoghi di provincia (21,3%).

Il 47% delle richieste proviene da occupati (autonomi e dipendenti), seguiti con il 29,6% da non occupati (disoccupati, mobilita', cassa integrazione, casalinghe ecc.). Rilevante anche la domanda dei pensionati (23,4%).

Passando al livello di istruzione, l'utente medio possiede un diploma di scuola superiore (48,5%), una laurea o un master (26,6%).

I cittadini prediligono in modo assoluto il canale telefonico (84%), che consente un contatto immediato e la possibilita' di interagire con l'operatore. Seguono le richieste online (12,8%) inviate direttamente attraverso il Portale degli Italiani (www.lineaamica.gov.it).

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: domani Cda dopo incontro Bce. Sale ipotesi intervento Stato
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
Banche, Dombrovskis: l'Italia è preparata se e quando servisse
Bce
Il direttorio Bce decide giovedì su proroga al piano di stimoli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni