sabato 03 dicembre | 15:23
pubblicato il 20/ago/2013 14:08

P.A.: Confartigianato, lo Stato deve alle imprese 91 mld

(ASCA) - Rimini, 20 ago - ''I debiti accumulati dalla P.A.

verso le imprese italiane ammontano a 91 miliardi di euro, la somma piu' alta tra i paesi europei''. E' quanto ha indicato il presidente di Confartigianato, Giorgio Merletti, parlando a una tavola rotonda al Meeting di Cl a Rimini e guardando con favore alla proposta annunciata ieri dal ministro dello sviluppo Zanonato per la compensazione a favore delle imprese tra crediti verso la PA e tasse. ''Siamo molto favorevoli - ha detto Merletti - per risolvere il gravissimo problema dei ritardi di pagamento della PA serve la compensazione secca, diretta e universale tra i debiti della PA verso le imprese e i debiti fiscali e contributivi delle imprese verso lo Stato''.

Per quanto riguarda la direttiva in vigore da gennaio sul llimite massimo a 30 giorni per i pagamenti, il presidente di Confartigianato rileva che a livello dei comuni rimangono difficolta' ma problemi ancora superiori riguardano i pagamenti tra privati, quelli tra grandi e piccole imprese.

did/lus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Ilva
Ilva, accordo con la famiglia Riva: disponibili oltre 1,3 mld
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari