sabato 03 dicembre | 16:59
pubblicato il 04/apr/2014 19:59

P.A:: Cgil, taglio permessi frutto spending review? Sarebbe miracolo

(ASCA) - Roma, 4 apr 2014 - ''Il taglio dei distacchi e dei permessi sindacali contenuto nell'accordo per la dirigenza pubblica e' il primo effetto della spending review?. Se fosse cosi' saremmo al miracolo, in quanto un accordo firmato dai Sindacati e dall'Aran il 31 luglio del 2013 avrebbe previsto gia' allora la spending review che ancora nessuno conosce''.

Cosi' il responsabile Settori pubblici della Cgil Nazionale, Michele Gentile, commenta la decisione assunta oggi dal Governo di sottoscrivere l'Accordo quadro, firmato in Aran lo scorso anno, in tema di prerogative sindacali della dirigenza pubblica. ''In realta' - spiega il dirigente sindacale - si tratta di un accordo che chiude una fase aperta nel 2005 e che si trascinava nel tempo. L'unica riduzione, dopo quella causata dalle misure di Brunetta, e' determinata solo dalla costante e progressiva riduzione del numero dei dipendenti e dei dirigenti pubblici avvenuta dal 2004 in avanti. I permessi infatti si calcolano sul numero dei dipendenti. Quindi - conclude Gentile - per i miracoli occorre ancora aspettare''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Ilva
Ilva, accordo con la famiglia Riva: disponibili oltre 1,3 mld
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari