giovedì 08 dicembre | 11:45
pubblicato il 30/giu/2014 09:31

P.A.: accordo Intesa Sanpaolo-AgID per agevolare famiglie e imprese

(ASCA) - Roma, 30 giu 2014 - Consentire a famiglie e imprese di semplificare il proprio rapporto con la Pubblica Amministrazione, usufruendo di nuovi canali e servizi di pagamento elettronico caratterizzati dai piu' elevati standard di sicurezza e omogeneita'. E' questo il senso dell'accordo siglato tra l'Agenzia per l'Italia Digitale (AgID) - Presidenza del Consiglio dei Ministri e il Gruppo Intesa Sanpaolo, che aderisce cosi' al ''Nodo dei Pagamenti - SPC''. In questa fase di avvio e collaudo della piattaforma - si legge in una nota -, Intesa Sanpaolo, forte della propria gamma di servizi di pagamento innovativi e gia' pronti per essere utilizzati, gioca un ruolo attivo: con la sottoscrizione dell'accordo la Banca si abilita come ''prestatore di servizi di pagamento'', accedendo all'insieme delle infrastrutture tecnologiche e delle regole tecniche gestite direttamente dall'Agenzia per l'Italia Digitale. L'accordo e' stato sviluppato nel contesto di ''Pago la PA'', progetto pensato per offrire a cittadini e imprese la possibilita' di effettuare pagamenti in modalita' elettronica a favore della Pubblica Amministrazione e dei gestori di pubblici servizi e si inserisce nella piu' ampia regolamentazione in materia di servizi di pagamento introdotta a livello europeo con la Single Euro Payment Area (SEPA) e con la Payment Services Directive (PSD, 2007/64/EC).

In ambito nazionale, il Codice dell'Amministrazione Digitale ha affidato ad AgID il compito di definire, sentita la Banca d'Italia, le regole e le modalita' di effettuazione dei pagamenti elettronici attraverso l'emanazione di apposite Linee guida. Ad AgID e' stata inoltre assegnata la gestione del ''Nodo dei Pagamenti - SPC'', ossia della piattaforma tecnologica attraverso la quale la comunita' delle Pubbliche Amministrazioni e dei ''prestatori di servizi di pagamento'' (tra cui le banche) mettono a disposizione dei debitori (cittadini, imprese, associazioni,...) tutte le informazioni e i relativi strumenti di pagamento. Grazie alle nuove tecnologie, che consentono di ''federare'' le infrastrutture ICT delle Pubbliche Amministrazioni aderenti (Ministeri, Regioni, Comuni,...), il Nodo dei Pagamenti rende piu' efficienti i servizi finali agli utenti/contribuenti; nel contempo, si facilita la messa punto di processi fortemente automatizzati per la gestione e la riconciliazione dei pagamenti, evitando la duplicazione di basi dati, controlli e registrazioni. red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Bce
Al via direttorio della Bce da cui è attesa proroga piano acquisti
L.Bilancio
L.Bilancio: via libera definitivo alla manovra con 166 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni