martedì 21 febbraio | 05:09
pubblicato il 08/set/2016 12:00

Osce, superindice luglio in lieve calo, Italia maglia nera -0,22%

Invece sulla Gran Bretagna +0,04% nonostante voto Brexit

Osce, superindice luglio in lieve calo, Italia maglia nera -0,22%

Roma, 8 set. (askanews) - Nuova lieve flessione del superindice previsionale sulla crescita economica dell'Ocse, che a luglio sull'Italia ha invece accusato un calo più marcato, il più pesante tra i Paesi monitorati. Con un comunicato, l'ente parigino parla di "un rallentamento dello slancio più grave" nella Penisola.

Il generale il Composite leading indicators (Clis) per l'intera area Ocse ha segnato un meno 0,04 per cento a luglio rispetto al mese precedente e un meno 0,47 per cento su base annua. Sull'Italia ha accusato un meno 0,22 per cento e un meno 0,54 per cento su base annua. Significativo anche il calo sulla Francia, meno 0,11 per cento su base mensile a fronte di un più 0,03 per cento nel confronto annuo. Sulla Germania il Clis ha mostrato un marginale meno 0,02 per cento mensile e un meno 0,32 per cento su base annua. Mentre sulla media dell'area euro il calo è stato dello 0,08 per cento su base mensile e dello 0,30 per cento nel confronto annuo.

L'Ocse ricorda di aver sospeso per due mesi la pubblicazione dei dati di questo indicatore - che punta a anticipare le fasi di svolta, positive o negative, dell'economia - in modo da fotografare meglio le ricadute del referendum sulla Brexit in Gb e negli altri Paesi. E ora rileva che "sebbene permanga incertezza sulla natura dell'accordo che il Regno Unito potrebbe raggiungere con l'Ue, la volatilità che era emersa nelle settimane immediatamente successive al voto sembra essersi ridotta".

Il superindice per il Regno Unito ha peraltro registrato un lieve incremento mensile su luglio, un più 0,04 per cento a fronte di un meno 1,09 per cento su base annua, che è però il più forte tra tutti i paesi elencato. L'organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico prevede che se la situazione si confermerà come quella attuale nei mesi a venire, nel Regno si profila un rallentamento della crescita seguito da una stabilizzazione sul finale d'anno.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia