venerdì 09 dicembre | 18:34
pubblicato il 21/gen/2015 15:02

Opec:non tagliamo offerta petrolio perché altri l'aumenterebbero

El Badri: se avessimo tagliato a novembre avremmo dovuto rifarlo

Opec:non tagliamo offerta petrolio perché altri l'aumenterebbero

Roma, 21 gen. (askanews) - Negli ultimi 10 anni i paesi dell'Opec hanno sistematicamente diminuito l'offerta di petrolio, mentre i produttori che non aderiscono al cartello hanno aumentato le loro forniture. "Mettere assieme Stati Opec e non Opec per risolvere il problema del cali dei prezzi non ha funzionato, e per questo al vertice di novembre all'Opec non abbiamo ridotto l'offerta". Lo ha affermato il segretario generale dell'Opec, Abdalla Salem El Badri durante il Wolrd Economic Forum.

"Se avessimo tagliato a novembre avremmo dovuto tagliare ancora, forse a marzo o a giugno. Nessuno poteva sapere di quanto complessivamente - ha proseguito - e intanto i paesi non Opec ci avrebbero sostituito con petrolio a prezzi bassi". Così si è stabilito di non ridurre l'offerta, "ci sono stati alcuni dissensi ma poi la decisione è stata collettiva".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Cambi
L'euro continua a calare dopo le mosse Bce, sotto 1,06 dollari
Natale
Coldiretti: alberi di Natale in 9 case su 10
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Galà di solidarietà per Amatrice a Villa Glori
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina