domenica 19 febbraio | 20:04
pubblicato il 21/gen/2015 17:07

Opec: nessun taglio di produzione perché altri l'aumenterebbero

Segretario El Badri: se avessimo tagliato avremmo dovuto rifarlo

Opec: nessun taglio di produzione perché altri l'aumenterebbero

Davos (askanews) - L'offerta di petrolio non diminuirà. Nonostante il crollo vertiginoso dei prezzi. Le parole di Abdalla Salem El Badri, segretario generale dell'Opec, l'organizzazione dei paesi produttori di petrolio, nel corso del World Economic Forum di Davos non lasciano dubbi. Che ha spiegato le ragioni della decisione.

Negli ultimi 10 anni i paesi dell'Opec hanno sistematicamente diminuito l'offerta di petrolio, mentre i produttori che non aderiscono al cartello hanno aumentato le loro forniture. "Mettere assieme Stati Opec e non Opec per risolvere il problema del cali dei prezzi non ha funzionato. Per questo al vertice dell'Opec del novembre 2014 non abbiamo ridotto l'offerta", ha detto El Badri.

"Se avessimo tagliato a novembre avremmo dovuto tagliare ancora, forse a marzo o a giugno. Nessuno poteva sapere di quanto complessivamente - ha aggiunto - e nel frattempo i paesi non Opec ci avrebbero sostituito con petrolio a prezzi stracciati. Per questo abbiamo deciso di non ridurre l'offerta". Ci sono stati alcuni dissensi, ha ricordato El Badri, ma poi la decisione è stata accettata a livello collettivo.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia