giovedì 19 gennaio | 04:17
pubblicato il 05/lug/2011 17:47

Ogm/ Europarlamento approva diritto Stati proibire coltivazione

Possibili divieti nazionali e regionali per motivi ambientali

Ogm/ Europarlamento approva diritto Stati proibire coltivazione

Bruxelles, 5 lug. (askanews) - Il Parlamento europeo ha votato oggi, con una maggioranza schiacciante, a favore del diritto degli Stati membri (e delle loro regioni) di vietare la coltivazione nel loro territorio di Organismi geneticamente modificati (Ogm), anche se sono autorizzati a livello comunitario. La Plenaria, riunita a Strasburgo, ha approvato con 548 voti contro 84 e 31 astenuti il rapporto di Corinne Lepage (Liberaldemocratici), ex ministro dell'Ambiente francese, che rafforza notevolmente in senso anti Ogm una proposta di modifica dell'attuale quadro legislativo presentata dalla Commissione europea. Secondo il testo dell'Europarlamento, che ora dovrà essere approvato a maggioranza qualificata dagli Stati membri in Consiglio Ue, i divieti nazionali di coltivazione di un Ogm autorizzato a livello europeo saranno possibili in base a motivazioni ambientali, come lo sviluppo di erbe infestanti resistenti agli erbicidi (una conseguenza della contaminazione incrociata di certe piante transgeniche con specie vegetali affini) e la protezione della biodiversità. Un divieto nazionale può essere motivato anche da un'eventuale mancanza di informazioni che impedisca un'esauriente valutazioni di rischi, mentre, d'altra parte, le società biotech sono obbligate a rendere pubblici tutti i dati necessari per effettuare valutazioni indipendenti degli Ogm. Gli Stati membri, inoltre, secondo il testo approvato a Strasburgo, dovranno prendere delle misure per impedire che le coltivazioni di Ogm contaminino piante 'convenzonali' o biologiche, e l'obbligo per i responsabili di pagare i danni nel caso in cui si verifichi la contaminazione transgenica.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Davos
Padoan da Davos: in Italia stiamo continuando riforme strttturali
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina