sabato 21 gennaio | 20:57
pubblicato il 21/mag/2015 15:07

Ocse: il 21% degli italiani detiene il 60% della ricchezza

La crisi allarga il gap tra ricchi e poveri

Ocse: il 21% degli italiani detiene il 60% della ricchezza

Roma, 21 mag. (askanews) - La crisi economica che ha investito il pianeta ha allargato la distanza tra i ricchi e i poveri e anche l'Italia non fa eccezione. Il 21% degli italiani detiene infatti il 60% della ricchezza. E' quanto emerge dal rapporto dell'Ocse sulle diseguaglianze presentato oggi.

Il 40% della popolazione più povera invece detiene appena il 4,9% della ricchezza del paese. Una fotografia che risente degli effetti della crisi in particolare la contrazione del reddito disponibile tra il 2007 e il 2011. Per il 10% più povero degli italiani c'è stata una flessione del 4% mentre il 10% più ricco ha scontato un modesto calo dell'1%.

La ricchezza nazionale netta, rileva l'Ocse - in Italia è distribuita in modo molto disomogeneo, con una concentrazione particolarmente marcata verso l'alto.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4