domenica 04 dicembre | 13:12
pubblicato il 27/mar/2014 19:22

Obama conferma la partecipazione degli Usa all'Expo 2015

"Sarà padiglione stupendo, non vediamo l'ora di venire a Milano"

Obama conferma la partecipazione degli Usa all'Expo 2015

Milano (askanews) - A 400 giorni esatti dall'apertura dell'Expo 2015 arriva la certezza che anche gli Stati Uniti avranno un proprio padiglione. Lo ha confermato da Roma il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, nel corso della conferenza stampa con il presidente del Consiglio Matteo Renzi. "Non vediamo l'ora di tornare in Italia, a Milano, per prendere parte all'esposizione universale che l'Italia ospiterà l'anno prossimo. Sono orgoglioso di annunciare che gli Stati Uniti parteciperanno all'Expo e insieme ai nostri partner avremo un padiglione stupendo, dove potremo mettere in mostra la nostra innovazione, la nutrizione, l'agricoltura, per aiutare la gente nel mondo". L'adesione di Washington porta a quota 147 il numero di Paesi partecipanti e Obama ha anche scherzato sulle attrazioni di Milano: "Ho dei volontari, che fanno parte della mia squadra, che faranno il sacrificio di venire a Milano e sospetto che nella loro agenda abbiano alcuni ristoranti e negozi". Il padiglione statunitense, come tradizione di questo Paese, sarà interamente finanziato da investitori privati.

Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari