lunedì 05 dicembre | 04:00
pubblicato il 05/feb/2013 14:24

Nucleare: Sogin, al via smantellamento edificio off-gas a Caorso

Nucleare: Sogin, al via smantellamento edificio off-gas a Caorso

(ASCA) - Roma, 5 feb - Sono iniziate le operazioni di smantellamento dell'edificio off-gas della centrale nucleare di Caorso, una struttura in cemento armato lunga 23 metri, larga 16,2 e alta 23. Lo annuncia Sogin spiegando che la demolizione dell'edificio, che ospitava, durante l'esercizio, il sistema di trattamento degli scarichi gassosi prodotti dal ciclo termico prima del loro rilascio nell'ambiente, produrra' circa 8.000 tonnellate di materiale, di cui 7.250 di cemento e 750 di parti metalliche.

Questa attivita', che si concludera' nel settembre 2013, e' stata preceduta dallo smantellamento e decontaminazione dei sistemi e componenti interni e dalla demolizione del camino che sovrastava l'edificio, una struttura tubolare in acciaio, alta 52 metri, con un diametro che variava dai circa 5 metri della base ai circa 2 metri della sommita', per un peso di 55 tonnellate.

Nel dicembre 2012, Sogin ha emesso il bando di gara per lo smantellamento dell'isola nucleare della centrale.

Nel 2013, ricorda la societa', ''per la centrale nucleare di Caorso e' prevista l'approvazione del decreto per lo smantellamento definitivo della centrale e del piano operativo di rimozione dei materiali e dei componenti contaminati dalla piscina dell'impianto. Sara', inoltre, concluso il progetto per l'adattamento dell'edificio turbina ad area di stoccaggio provvisoria dei rifiuti radioattivi per l'adeguamento dei depositi temporanei esistenti''.

A oggi, le principali attivita' di decommissioning della centrale hanno riguardato: la decontaminazione del circuito primario; la demolizione delle torri di raffreddamento; l'entrata in funzione di una delle piu' grandi stazioni di gestione materiali al mondo per lo smontaggio, il taglio e la decontaminazione dei materiali metallici; lo smantellamento dei componenti e la demolizione del camino dell'edificio off-gas; la rimozione dei coibenti, tra i quali l'amianto, dagli edifici reattore, turbina e off-gas; l'allontanamento del combustibile nucleare irraggiato per il suo riprocessamento; lo smantellamento dei componenti dell'edificio turbina.

Complessivamente, il valore della bonifica del sito di Caorso e' pari a 240 milioni di euro. Il sito, libero da vincoli radiologici, sara' restituito al territorio per il suo riutilizzo nel 2025.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari