domenica 04 dicembre | 15:21
pubblicato il 02/feb/2011 21:00

Nucleare/ Percorso si complica. Consulta: parere Regioni

Saglia: Sentenza non è negativa. Pd: strategia flop

Nucleare/ Percorso si complica. Consulta: parere Regioni

Roma, 2 feb. (askanews) - Si complica il percorso del ritorno al nucleare in Italia. Oggi la Corte costituzionale ha stabilito che per realizzare una centrale nucleare serve il parere, obbligatorio ma non vincolante, della regione sede dell'impianto. La Consulta ha infatti dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'articolo 4 del decreto legislativo del 15 febbraio 2010 sulla base di una richiesta di pronunciamento avanzata dalle regioni da Toscana, Emilia Romagna e Puglia. La Consulta ha dichiarato illegittima la parte del decreto attuativo della legge delega in materia di nucleare nel punto in cui non prevede che la Regione, anteriormente all'intesa con la Conferenza unificata, esprima il proprio parere sul rilascio dell'autorizzazione unica per la costruzione e l'esercizio degli impianti nucleari. Per l'opposizione e il presidente della Conferenza delle regioni, Vasco Errani, a questo punto il governo deve ripensare alla sua strategia per il ritorno all'atomo, mentre l'esecutivo con il sottosegretario allo Sviluppo economico, Stefano Saglia, replica che la decisione non è negativa perchè il "parere delle Regioni, per la sentenza, è obbligatorio ma non vincolante". (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari