sabato 03 dicembre | 10:37
pubblicato il 29/giu/2013 16:37

Ntv: partnership con Caronte Tourist per un 'ponte' con la Sicilia

(ASCA) - Roma, 29 giu - Italo ''getta'' un ponte con la Sicilia. Grazie alla partnership con Caronte Tourist, Ntv - si legge in una nota - completa lo scacchiere del suo itinerario turistico, che dalla costiera amalfitana si proietta verso le isole piu' suggestive del Sud d'Italia. Da Salerno, via Italo, i Viaggiatori italiani e stranieri possono ora usufruire di un comodo servizio che li porta senza stress dal porto campano direttamente a Messina.

Grazie all'accordo, i viaggiatori Ntv in possesso di un biglietto con origine o destinazione Salerno hanno diritto a uno sconto del 10% sui collegamenti via nave. L'acquisto e' semplice: basta andare sul sito www.carontetourist.it, inserire il codice biglietto Italo nell'apposita sezione dedicata alle convenzioni o telefonare al Contact center di Caronte Tourist (800-627414). In entrambi i casi il viaggiatore Italo dovra' esibire al momento dell'imbarco il proprio documento di identita' e il biglietto Italo in formato elettronico o cartaceo. com/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Ilva
Ilva, accordo con la famiglia Riva: disponibili oltre 1,3 mld
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari