giovedì 08 dicembre | 05:46
pubblicato il 10/set/2014 14:17

Nomisma: +220% le vendite bio nella Gdo in meno di 10 anni

Vendite nei primi 5 mesi segnano un +17% (ASCA) - Roma, 10 set 2014 - Pur di fronte a un paese che si impoverisce sempre piu', gli italiani provano a guardare avanti, adattando lo stile di consumo alle proprie capacita' di reddito.

Gli italiani, infatti, hanno speso meno per cibi e bevande (componente che rappresenta oltre il 16% della spesa totale) ma hanno messo in campo energie per salvaguardare il proprio benessere a tavola. La Consumer Survey sul Panel Nomisma i cui risultati sono stati pubblicati oggi sulla newsletter dell'Istituto indica che la crisi ha portato le famiglie a realizzare in casa ci che prima si comprava sempre al supermercato: 6 milioni di famiglie fanno pane, pizza, marmellate e conserve a casa. Non a caso nell'ultimo anno le vendite di farine sono cresciute a valore dell'8%. Ma la categoria di prodotto che piu' di altri una esemplificazione della ricerca di benessere a tavola il biologico. Mentre l'economia italiana arranca il bio vola. Dal 2005 cresciuto in modo costante il valore delle vendite in iper e super di prodotti con marchio bio a peso imposto: in nemmeno un decennio il valore del bio cresciuto del 220%.

Gli ultimi dati disponibili parlano chiaro: le vendite della grande distribuzione nei primi 5 mesi del 2014 segnano un +17% (fonte Ismea). Aumentano soprattutto le seguenti categorie: pasta, riso e sostituti del pane (+73%), "zucchero, caffe', bevande" (+37%), aceti (+23,5%), omogeneizzati (+21%), miele (+19%) ma non smettono di cresciti le categorie di prodotto pi tradizionali ortofrutta fresca (+11%), biscotti dolciumi e snack (+15%). Eclatante il caso del miele: biologico il 15% del miele venduto nella Gdo nel 2013; ottimo lo share anche delle uova bio (il 12% delle vendite della categoria) che pesano per l'8% del paniere bio complessivo. Vi sono poi categorie dove il bio leader indiscusso: sono prevalentemente biologiche le composte di frutta e le gallette di riso, con quote oltre l'80%.

Red/Gab

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni