mercoledì 07 dicembre | 13:43
pubblicato il 15/mag/2014 16:48

Nomine: dopo Eni anche Finmeccanica boccia clausola onorabilita'

Nomine: dopo Eni anche Finmeccanica boccia clausola onorabilita'

(ASCA) - Roma, 15 mag 2014 - Dopo l'Eni anche Finmeccanica boccia la proposta di introdurre nello statuto societario la clusola di onorabilita' degli amministratori per escludere dai cda persone condannate e rinviate a giudizio. La proposta presentata dal Mef, azionista di riferimento delle due societa', non ha raggiunto il quorum necessario.

All'assemblea dei soci di Finmeccanica i favorevoli alla clausola sono stati il 66,10% e contrari il 32,37% mentre all'assemblea Eni i favorevoli avevano sfiorato il 60%. Per la modifica delle norme statutarie e' necessario pero' il 75% del capitale presente in assemblea in sede straordinaria. Dunque Eni e Finmeccanica non introdurranno nello statuto la clausola di onorabilita' presentata dal ministero dell'economia che prevede sia causa di ineleggibilita' o decadenza per gli amministratori ''l'emissione di una sentenza di condanna anche non definitiva'' o anche un rinvio a giudizio per violazione delle norme sull'attivita' bancaria e finanziaria, per delitti contro la pubblica amministrazione. Il Mef aveva proposto la clausola di onorabilita' anche per le societa' a maggioranza pubblica quotate in borsa, Eni, Finmeccanica e Enel. Le prime due hanno respinto al mittente la proposta e la settimana sara' di scena l'assemblea dei soci dell'Enel.

L'indicazione formulata dal Mef a fine aprile aveva incassato l'esplicito consenso del premier Matteo Renzi ed era anche stata raccolta dalla risoluzione Mucchetti in commissione Industria al Senato approvata all'unanimita' alla vigilia della tornata di nomine nelle societa' pubbliche.

Inoltre la proposta del Tesoro era stata formulata sulla base della direttiva del ministro Saccomanni l'anno scorso. Dopo il voto dell'assemblea dei soci Eni, il ministro dell'economia, Pier Carlo Padoan, si era limitato a dichiarare che ''noi siamo soddisfatti di aver presentato questi requisiti e rispettiamo il risultato dell'assemblea''.

did/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: domani Cda dopo incontro Bce. Sale ipotesi intervento Stato
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
Banche, Dombrovskis: l'Italia è preparata se e quando servisse
Bce
Il direttorio Bce decide giovedì su proroga al piano di stimoli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Astronomia, materia oscura meno densa e più diluita nello spazio
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni