martedì 28 febbraio | 03:29
pubblicato il 10/ott/2016 18:26

Nobel Economia 2016 a Hart e Holmstroem su teoria dei contratti

Un britannico e un finlandese, insegnano entrambi negli Usa

Nobel Economia 2016 a Hart e Holmstroem su teoria dei contratti

Roma, 10 ott. (askanews) - Il premio Nobel 2016 per l'Economia è stato assegnato a due studiosi della teoria dei contratti, il britannico Oliver Hart e il finlandese Bengt Holmstroem. Quasi coetanei, 68 anni il primo, 67 il secondo, entrambi sono americani di "adozione accademica": Hart insegna da anni all'università di Harvard, il suo insigne collega al Massachusetts Institute of Technology.

L'onorificenza premia l'impegno su un segmento della scienza economica che studia le ricadute delle incentivazioni dei contratti, assieme alle numerose possibili varianti e difficoltà che si incontrano proprio sui meccanismi di premialità. Ma anche oltre. "Le economie moderne sono tenute assieme da innumerevoli contratti - recitano infatti le motivazioni diffuse dalla Accademia reale di scienze della Svezia -. I nuovi strumenti teoretici creati da Hart e Holmstroem sono preziosi nel capire i contratti delle vita reale e delle istituzioni, così come le potenziali ricadute di come vengono approntati".

Gli studi dei due accademici cercano di capire se siano più appropriate retribuzioni fisse o paghe legate alle prestazioni, su diversi tipi di figure che spaziano dai manager agli insegnanti.

Il primo ad essere contattato è stato il professore finlandese.i In un collegamento in diretta durante la conferenza stampa di annuncio del premio, si è detto "molto contento, confuso e grato". E subito chiamato a dire la sua sui bonus ai manager ha affermato che gli schemi attuali "sono troppo complicati". Più in generale è opportuno che le gratifiche ai dirigenti "non vengano versate tutte assieme in poco tempo, ma su un protratto periodo di tempo".

Per parte sua Hart ha offerto un mirabile esempio dello humor britannico. "Devo ammettere che ero sveglio (quando è arrivata la telefonata con l'annuncio-ndr). Non da tanto, penso dalle 04 e 40 e mi stavo chiedendo se fosse ormai troppo tardi per quest'anno. Poi fortunatamente ha squillato il telefono".

"Ho abbracciato mia moglie, ho svegliato mio figlio e poi ho chiamato il mio amico Holmstroem, con cui ho fatto una chiacchierata". Secondo hart i contratti sono uno strumento "estremamente potente per studiare le parti nell'economia. C'è un qui pro quo, due parti e una transazione e questo regola qualunque situazione, che sia tra un acquirente e un compratore o tra un datore di lavoro e un addetto". Perfino quanto c'è una parte forte che impone le sue condizioni "deve scegliere termini che risultino accettabili alla controparte".

Il Nobel 2016 è il 48esimo di questa onorificenza, creata successivamente rispetto ai premi Nobel tradizionali (fisica, medicina ecc.). E' stato istituto nel 1968 da parte della banca centrale svedese, la Riksbank.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Generali
Intesa SanPaolo vola in borsa dopo no a Generali: mercato approva
Ue
Regioni: Lombardia la più competitiva in Italia, 143esima in Ue
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech