martedì 06 dicembre | 15:47
pubblicato il 20/mag/2014 15:37

Navi: a Roma workshop innovazione dedicato al cluster marittimo

Navi: a Roma workshop innovazione dedicato al cluster marittimo

(ASCA) - Roma, 20 mag 2014 - ''Un mare di opportunita', dai trasporti all'occupazione, dalla ricerca all'innovazione tecnologica''. Questo il titolo del primo workshop nazionale dedicato ad accendere i riflettori sulle priorita' dell'intero cluster marittimo e sviluppare sinergie e partnership tra industria e mondo della ricerca. L'evento e' in programma domani a Roma, presso la Confcommercio - Imprese per l'Italia. Si va dunque alla ricerca di una nuova rotta.

Per un Paese come il nostro, con 7458 km di coste, cambiare modo di guardare al mare puo' rappresentare infatti una vera miniera di risorse. L'appuntamento, tra i principali dedicati alle politiche per l'innovazione tecnologica legata al mare, si pone l'obiettivo di sviluppare partnership tra industria e mondo della ricerca, favorire la progettazione europea integrata e avviare percorsi di internazionalizzazione delle imprese.

Nell'ambito dell'evento ''Blue Planet Economy: comunicazione e divulgazione per l'economia del mare'' promosso da Pelagos-la comunicazione del mare, Fedarlinea (associazione italiana di cabotaggio nazionale), in collaborazione con Confcommercio e il Consorzio Interuniversitario CINFAI, con prestigiosi partner dei settori pubblico e privato, ha avviato un percorso strutturato per sviluppare e valorizzare aree tematiche di interesse particolare, quali, appunto, le professioni legate al mare e l'impiego strategico delle nuove tecnologie nei settori industriale marittimo e della logistica integrata.

Secondo il Terzo Rapporto Unioncamere, nel periodo 2009-2013 l'economia del mare, in controtendenza rispetto alla crisi degli altri settori, ha registrato un'importante crescita, con un incremento di 24.300 posti di lavoro (soprattutto nei settori di ricerca e turismo) e di 3500 imprese. In Italia il valore delle filiere marittime ha raggiunto nel 2013 i 41,5 miliardi di euro e, grazie a un effetto moltiplicatore su altri settori, l'indotto e' stato pari a 120 miliardi di euro. Prendono parte ai lavori, coordinati da Michele Ruggieri, amministratore unico di Fedarlinea, tra gli altri Paolo Ugge', vice presidente di Confcommercio, e Mauro Mannocchi, presidente Fiera Roma. Le conclusioni saranno affidate a Enrico Pujia, direttore Generale per il Trasporto Marittimo e per le Vie d'Acqua Interne del Ministero dei Trasporti.

red-gbt/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Governo
Governo, Cgil: elezioni anticipate pericolosa fuga in avanti
Cnel
Referendum, Napoleone: popolo ha riconosciuto il ruolo del Cnel
Fs
Fs: venerdì treni regolari, revocato sciopero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere, Wine2Wine: Germania mercato maturo e complesso
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
AsiaHaptics 2016, Università di Siena premiata per guanto robotico
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni