lunedì 05 dicembre | 15:46
pubblicato il 16/ago/2012 14:24

Naufragio Giglio/Passera:Errore comunicazione non andare su isola

Ma è stata una decisione presa in buona fede

Naufragio Giglio/Passera:Errore comunicazione non andare su isola

Roma, 16 ago. (askanews) - "L'unica cosa che non rifarei è qualche errore di comunicazione: in occasione del terribile incidente della Costa Concordia seguivo in diretta tutti gli avvenimenti attraverso la Guardia Costiera, ma non sono andato sul posto. Mi sembrava che non avrei aggiunto nulla alla soluzione dei problemi. Ma questa decisione in totale buona fede mi è stata da alcuni strumentalizzata contro". Lo ha spiegato il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, in un'intervista al settimanale Oggi in edicola domani. "In questi mesi - ha sottolineato il ministro nella lunga intervista - credo di aver aiutato a far squadra all'interno del governo. Forse un merito che mi riconosco è quello di essere riuscito a tenere insieme tutto, le urgenze e le riforme strutturali, i tagli e le risorse per la crescita, le emergenze e il rilancio".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Fs
Antitrust: indagini su Trenitalia e Ntv per pratiche scorrette
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari