domenica 22 gennaio | 07:51
pubblicato il 23/nov/2013 14:09

Natale: Confcommercio, per 7 italiani su 10 sara' ancora festa in crisi

Natale: Confcommercio, per 7 italiani su 10 sara' ancora festa in crisi

(ASCA) - Roma, 23 nov - Sara' un Natale di crisi e molto probabilmente non sara' nemmeno l'ultimo. Lo sostengono 7 italiani su 10, anche perche' il 47% si sente piu' povero dello scorso anno e 2 su3 si attendono che la crisi durera' almeno altri 2 anni. In tale quadro, pertanto, aumenta al 14,2%, rispetto al 13,7% dello scorso anno, la quota di coloro che quest'anno non fara' acquisti per Natale.

Lo attesta - riferisce una nota - un'indagine di Confcommercio in collaborazione con Format Ricerche sul sentiment degli italiani a un mese dalle festivita' natalizie.

In un anno sono passati dal 66,4% al 69,3% gli italiani che ritengono che il prossimo Natale sara' certamente vissuto in maniera ''molto dimessa''. Per il 68,6% degli intervistati ''certamente'' quello del 2013 non sara' l'ultimo Natale di crisi, solo meno del 5% e' dell'idea che la crisi in atto terminera' entro pochi mesi e poco meno del 15% ritiene che si protrarra' un altro anno ancora.

Ciononostante, la quasi totalita' delle famiglie (l'85,8%) resta comunque intenzionata ad effettuare i regali (erano l'86,3% l'anno scorso). L'area di difficolta' cresce presso i consumatori piu' giovani, ossia presso coloro che hanno meno di 34 anni, presso i consumatori che risiedono nelle grandi aree metropolitane e nelle regioni del Nord-Est ''oggi alle prese con una crisi che da economica si sta velocemente trasformando in crisi sociale'', osserva Confcommercio.

La percentuale dei consumatori che considera gli acquisti natalizi una ''spesa necessaria e piacevole'' resta in sostanza invariata rispetto al 2012, anzi e' anche leggermente in aumento, essendo pari al 51,7% (2013) contro il precedente 49,0% che venne rilevato da Confcommercio nel 2012. A pensarla diversamente continua ad essere poco meno di un italiano ogni due, cosi' come del resto era stato rilevato lo scorso anno e negli anni precedenti: il 30% circa dei consumatori ritiene gli acquisti per i regali di Natale una spesa ''necessaria'', ma della quale farebbe volentieri a meno; il 17% circa ritiene gli acquisti per i regali di Natale una spesa del tutto inutile ma che comunque e' costretto ad affrontare, ovvero: se gli fosse possibile probabilmente costoro non farebbero gli acquisti per i regali di Natale indipendentemente dal fatto che ci sia la crisi o meno.

Se il 47,4% degli italiani si ritiene ''piu' povero'' rispetto a prima, il 34,6% ritiene che nel 2013 la situazione economica della propria famiglia e' diventata ''un po' meno buona'' rispetto alla condizione del 2012, mentre il 9,8% ritiene che la condizione economica della propria famiglia oggi e' diventata ''assai meno buona'' rispetto a quella dei dodici mesi precedenti. Guardando al futuro, soltanto il 4% degli italiani ritiene che la condizione economica della propria famiglia migliorera' entro i prossimi 12 mesi. Per circa il 20%, infine, la condizione economica della propria famiglia peggiorera' ancora nel corso del 2014 mentre secondo il 72,4% la propria condizione economica restera' pressoche' la stessa del 2013.

com-stt/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4