lunedì 23 gennaio | 05:36
pubblicato il 18/giu/2013 16:23

Napoli/Crisi: Graziano (Industriali), ripartire dal manifatturiero

(ASCA) - Napoli, 18 giu - Una ''grande visione strategica dello sviluppo'' caratterizzata dal rilancio della ''politica industriale e in particolare del settore manifatturiero, senza il quale non puo' esserci crescita ma solo una graduale desertificazione produttiva''. Questa la ricetta anticrisi per Napoli e il Mezzogiorno del presidente degli Industriali partenopei, Paolo Graziano, che ha tenuto la consueta relazione nel corso dell'Assemblea ordinaria dell'Associazione. Il leader di Palazzo Partanna suggerisce di valorizzare ''anche comparti come l'industria culturale e del turismo, a partire da preesistenze importanti come l'area archeologica di Pompei, per la quale l'Unione Industriali ha presentato un studio di fattibilita' finalizzato a realizzare il piu' grande 'Cultural Tourism District europeo''.

Necessari, in questa prospettiva, un ambiente ''business friendly'' per le imprese; la capacita' di attrarre investimenti con incentivi mirati; le opportunita' dei fondi comunitari. Tra le criticita' i ritardati pagamenti delle pubbliche amministrazioni, per due terzi concentrati nel Sud.

Tema, questo, su cui insiste Graziano rilanciando la proposta del Presidente della Regione Campania di istituire ''un Fondo unico nazionale per i pagamenti della P.A., ipotizzando altresi' un Fondo unico di garanzia dei crediti per affrontare, piu' in generale, il problema del credit ''crunch''.

L'Assemblea dell'Unione Industriali ha eletto i seguenti membri di Giunta: Giovanni Abete (A. Abete), Antonello Baratto (Baratto Service), Giulio Barrel (Autostrade), Armando Brunini (Gesac), Stefano D'Agata (Fincantieri), Paolo Faieta (Poste Italiane), Danilo Iervolino (Pegaso Consulting), Elena Marchetto (Fastweb), Stefano Massa (Villa Massa), Emilio Mastantuoni (Ibm Italia), Domenico Menniti (Harmont & Blaine), Giuseppe Mercuri (Eredi Giuseppe Mercuri), Vincenzo Napolitano (Eni), Pierluigi Petrone (Euromed), Annamaria Schena (Villa delle Ginestre), Ettore Spigno (Telecom Italia), Michelangelo Suigo (Vodafone Italia), Roberto Zaccaro (Kuwait Raffinazione e Chimica).

dqu/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4