martedì 06 dicembre | 20:54
pubblicato il 18/giu/2013 16:23

Napoli/Crisi: Graziano (Industriali), ripartire dal manifatturiero

(ASCA) - Napoli, 18 giu - Una ''grande visione strategica dello sviluppo'' caratterizzata dal rilancio della ''politica industriale e in particolare del settore manifatturiero, senza il quale non puo' esserci crescita ma solo una graduale desertificazione produttiva''. Questa la ricetta anticrisi per Napoli e il Mezzogiorno del presidente degli Industriali partenopei, Paolo Graziano, che ha tenuto la consueta relazione nel corso dell'Assemblea ordinaria dell'Associazione. Il leader di Palazzo Partanna suggerisce di valorizzare ''anche comparti come l'industria culturale e del turismo, a partire da preesistenze importanti come l'area archeologica di Pompei, per la quale l'Unione Industriali ha presentato un studio di fattibilita' finalizzato a realizzare il piu' grande 'Cultural Tourism District europeo''.

Necessari, in questa prospettiva, un ambiente ''business friendly'' per le imprese; la capacita' di attrarre investimenti con incentivi mirati; le opportunita' dei fondi comunitari. Tra le criticita' i ritardati pagamenti delle pubbliche amministrazioni, per due terzi concentrati nel Sud.

Tema, questo, su cui insiste Graziano rilanciando la proposta del Presidente della Regione Campania di istituire ''un Fondo unico nazionale per i pagamenti della P.A., ipotizzando altresi' un Fondo unico di garanzia dei crediti per affrontare, piu' in generale, il problema del credit ''crunch''.

L'Assemblea dell'Unione Industriali ha eletto i seguenti membri di Giunta: Giovanni Abete (A. Abete), Antonello Baratto (Baratto Service), Giulio Barrel (Autostrade), Armando Brunini (Gesac), Stefano D'Agata (Fincantieri), Paolo Faieta (Poste Italiane), Danilo Iervolino (Pegaso Consulting), Elena Marchetto (Fastweb), Stefano Massa (Villa Massa), Emilio Mastantuoni (Ibm Italia), Domenico Menniti (Harmont & Blaine), Giuseppe Mercuri (Eredi Giuseppe Mercuri), Vincenzo Napolitano (Eni), Pierluigi Petrone (Euromed), Annamaria Schena (Villa delle Ginestre), Ettore Spigno (Telecom Italia), Michelangelo Suigo (Vodafone Italia), Roberto Zaccaro (Kuwait Raffinazione e Chimica).

dqu/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche, Dombrovskis: l'Italia è preparata se e quando servisse
Lego
Lego, la dinastia Kirk Kristiansen blinda il futuro dei mattoncini
Bce
Il direttorio Bce decide giovedì su proroga al piano di stimoli
Borsa
Seduta sprint per Piazza Affari (+4,15%), maxi-rimbalzo banche
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni