mercoledì 22 febbraio | 03:05
pubblicato il 05/set/2014 12:00

Mse: con lodo governo stop a mobilità per Ast Terni

30 giorni per confronto su piano industriale, no atti unilaterali

Mse: con lodo governo stop a mobilità per Ast Terni

Roma, 5 set. (askanews) - Con il lodo del governo si è sbloccata la trattativa relativa all'impianto Ast-ThyssenKrupp di Terni: le procedure di mobilità per i lavoratori sono state revocate. Scattano ora trenta giorni per il confronto sul piano industriale. I vertici della multinazionale tedesca si sono impegnati a non attivare altre iniziative unilaterali in conflitto con i contratti di secondo livello applicati fino al 4 ottobre. A fronte di questo impegno, i sindacati hanno assicurato che fino al 4 ottobre non avvieranno iniziative unilaterali conflittuali su materia oggetto di confronto tra le parti. Lo ha comunicato il ministero dello Sviluppo economico ricordando che il lodo è stato proposto dal ministro Federica Guidi, dal viceministro Claudio De Vincenti e dal sottosegretario al Lavoro Teresa. Bellanova, d'intesa con le Istituzioni territoriali.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia