lunedì 23 gennaio | 10:01
pubblicato il 04/apr/2013 10:28

Mps: Viola, bilancio 2012 di discontinuita'. Segnali ripresa commerciale

(ASCA) - Firenze, 4 apr - Quello del 2012 per Mps e' ''un bilancio di grande discontinuita''' e pur nel ''contesto difficile'' ci sono ''segnali di ripresa commerciale''.

Lo afferma Fabrizio Viola, Ad di Mps, in una intervista a 'Repubblica Firenze'. Al Monte, assicura l'Ad, non c'e' ''nessuna fuga dei depositi. A febbraio abbiamo subito una flessione della raccolta diretta per alcuni miliardi, che rappresentano una percentuale ridotta della raccolta diretta complessiva della banca fatta di depositi e sottoscrizione di obbligazioni. Ma a marzo i risultati della raccolta diretta sono estremamente positivi e recuperano in misura significativa la perdita di febbraio''. Viola rileva invece ''diverse segnalazioni di comportamenti particolarmente aggressivi da parte della concorrenza, che enfatizzavano le presunte difficolta' della nostra banca''. A proposito del bilancio 2012, chiuso con un 'rosso', di 3,1 miliardi, il manager afferma che e' stato ''un bilancio di grande discontinuita' con il passato, che ha avuto l'obiettivo di allineare i valori contabili a quelli della consistenza patrimoniale effettiva: abbiamo lavorato sul portafoglio finanziario, oggi adeguatamente valutato, correggendo ''errori'' - chiamiamoli errori tra virgolette - determinati dagli strutturati Alexandria e Santorini e reimputando le relative perdite la' dove andavano inserite fin dall'inizio. La riduzione dei costi prosegue positivamente e cogliamo segnali di ripresa commerciale pur nel contesto difficile in cui Mps ha dovuto operare''. Per quanto riguarda l'esternalizzazione del back office, Viola spiega che ''siamo all'avvio della procedura, piu' che un bando si tratta della selezione di un partner che abbia certe caratteristiche e condivida il progetto. E mi piace definirla, invece di esternalizzazione, una joint-venture con un operatore per sviluppare alcune attivita', un'operazione assistita da garanzie contrattuali e occupazionali''. Viola conclude assicurando che il management lavora per ''ricostruire una banca solida, trasparente e redditizia'' e che, dopo l'azione di responsabilita' gia' avviata per Giuseppe Mussari e Antonio Vigni, ''non ci fermeremo qui. Non esiteremo ad agire ancora nelle sedi civili e penali contro altri soggetti e per ulteriori questioni. E anche questo tutela banca e azionisti''.

afe/red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4