domenica 22 gennaio | 09:02
pubblicato il 29/gen/2014 12:22

Mps: Vigni, 'mandate' occultato? No, dimenticato ma era protocollato

Mps: Vigni, 'mandate' occultato? No, dimenticato ma era protocollato

(ASCA) - Siena, 29 gen 2014 - ''Non ho occultato il 'mandate agreement' in cassaforte, nessuno me lo ha chiesto, e' rimasto li' e l'ho dimenticato''. Lo ha detto Antonio Vigni, ex Dg di Mps, sentito al processo sul derivato Alexandria.

''Baldassarri - ha detto Vigni - mi spiego' che il documento era delicato e riservato perche' se fosse uscito avrebbe creato problemi seri a livello di mercato, era price sensitive'', dal momento che l'operazione prevedeva l'acquisto di titoli. ''Per me, dato che era riservato, - ha chiarito Vigni - doveva andare in cassaforte dove tenevamo i documenti riservati. La cassaforte, alta un metro, un metro e mezzo, era in uno stanzino del mio ufficio, ci tenevo i miei documenti, la cassaforte e' li' da lustri e la chiave era gestita dalla segretaria del direttore generale. La Guardia di Finanza l'ha aperta tre volte''.

Quando poi gli accordi sono stati finalizzati e il 'mandate' ha cessato di essere price sensitive ''nessuno me lo ha chiesto ed e' rimasto li', come e' rimasta li' tutta una serie di documenti eterogenei, con un grado di importanza diverso. C'erano documenti con rilevanza esterna, come il contratto per Biverbanca, interni, altro materiale lasciato addirittura dal direttore Tonini e io non mi ero mai permesso di toccarli''.

Comunque, ha detto, ''il documento e' protocollato, che significa rintracciabile, non ho occultato nulla, e' fuori da ogni ragione logica pensarlo: e' bastato digitare Nomura nei sistemi informativi per trovare l'accordo in tre nanosecondi''.

A proposito della decisione di effettuare la ristrutturazione di Alexandria, Vigni ha confermato la contrarieta' dell'allora Cfo e vice Dg Marco Morelli: ''Morelli mi presento' le sue contrarieta', mi disse che il titolo stava li' e non dava noia.

Morelli inoltre non aveva un giudizio positivo nei confronti dell'area finanza, ne aveva chiesto l'ispezione'', che fu fatta.

afe/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4