sabato 03 dicembre | 08:00
pubblicato il 28/apr/2014 19:33

Mps: sindaco Siena, fare luci su mandanti operazione Antonveneta

(ASCA) - Siena, 28 apr 2014 - ''Secondo me sull'affaire Antonveneta c'e' ancora da fare luce sul versante della politica''. Cosi' il sindaco di Siena, Bruno Valentini, in una intervista all'Asca, commenta quanto scritto dai Pm di Siena Aldo Natalini, Antonino Nastasi e Giuseppe Grosso, che riguardo all'acquisto di Antonveneta da parte del Monte dei Paschi parlano di ''presenza di interessi e sollecitazioni esterne alla banca e ascrivibili in prima battuta al panorama politico locale e nazionale''. ''Mi piacerebbe sapere chi sono i mandanti, anche a livello internazionale'', si chiede il sindaco di Siena, che crede poco alla possibilita' che il pasticcio sia nato anche a causa di manifesta incompetenza professionale. ''Allora saremmo in presenza di incapaci che si sono prestati a perseguire interessi che certamente non erano della citta', forse di altri. Capisco che l'incompetenza non si puo' processare, ma i nuovi organi dirigenti della Fondazione hanno avviato una azione di responsabilita' verso i precedenti amministratori della Fondazione per 750 milioni.

Questo per dire che non siamo tutti uguali. E poi nell'aumento di capitale del 2011 della Banca era evidente che la Fondazione si stava indebitando per un valore superiore al 20% del suo patrimonio e non mi sembre che si potesse fare'', spiega Valentini. Per il Sindaco di Siena, la classe politica che ha governato Siena dal 2001, anno in cui la citta' prese possesso della Banca e della Fondazione ha lasciato un eredita' pesante, ''c'e' il rimpianto per le risorse perdute'' da 12 miliardi di patrimonio a poco meno di 700 milioni in soli 10 anni. Un disastro che ha scosso il Pd senese, da sempre partito dominante sul terriorio senese, '''ma non c'e' nessun duello all'arma bianca, con Mugnaioli, il segretario comunale del partito e mio avversario nelle primarie, stiamo lavorando in spirito di armonia. Non ci sono velleita' di vendetta, ma solo di giustizia, non ci possiamo permettere di non fare i conti con il nostro passato'', osserva Valentini. Proprio Valentini aveva invitato Franco Ceccuzzi, ex sindaco di Siena e leader del Pd senese per oltre un decennio, a cercarsi un futuro fuori dalle mura cittadine, ''beh mi sembra che abbia trovato lavoro fuori Siena'', chiosa il primo cittadino.

men/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari