giovedì 19 gennaio | 20:22
pubblicato il 15/gen/2014 13:46

Mps: Provincia Siena, conferma vertici passo importante

(ASCA) - Siena, 15 gen 2014 - ''Un passo molto importante per non disperdere il rilevante lavoro fatto negli ultimi due anni dal nuovo management''. Con queste parole il presidente della Provincia di Siena, Simone Bezzini, commenta la piena fiducia confermata ieri dal cda di Banca Mps al presidente Alessandro Profumo e all'amministratore delegato, Fabrizio Viola che rimangono alla guida dell'istituto di credito.

''Dopo le tensioni che hanno caratterizzato, sia prima che dopo, l'assemblea dello scorso dicembre - continua Bezzini - avevo immediatamente auspicato la necessita' di lavorare per riannodare i fili spezzati, ponendo al primo posto il futuro della Banca e la tutela del patrimonio residuo della Fondazione. Oggi, con la piena conferma di Profumo e Viola alla guida di Banca Mps, nonostante le forti incertezze e difficolta' che questa fase porta con se', ritengo che ci siano tutte le condizioni per portare a compimento il piano di riposizionamento della Banca, a partire dall'aumento di capitale previsto per i prossimi mesi. Questo rappresenta un elemento imprescindibile per restituire i Monti Bond, assicurare integrita' futura alla Banca e mantenerne l'identita', la forza occupazionale e la radice territoriale a Siena. Senza mai entrare nel dettaglio delle scelte gestionali di Banca Mps - aggiunge Bezzini - ho sempre espresso una valutazione positiva sull'operato del nuovo management, che negli ultimi 18 mesi ha svolto un grande lavoro per evitare uno shock patrimoniale dell'istituto di credito e avviare un percorso teso a recuperare la redditivita', superando passaggi importanti e delicati che hanno chiamato in causa anche i rapporti con il governo e l'Unione europea. Disperdere il lavoro fatto finora sarebbe un grave danno per Siena ma anche per la Toscana e per l'Italia''.

''In questo quadro - dice ancora il presidente della Provincia - e' ora auspicabile che la Fondazione Mps porti rapidamente a compimento il percorso intrapreso a tutela del proprio patrimonio residuo, come affermato anche nei giorni scorsi dai nuovi vertici, abbattendo in maniera drastica l'indebitamento prodotto nelle gestioni precedenti.

In questo modo, potra' anche contribuire all'esito positivo dell'aumento di capitale previsto per la Banca''.

com-afe/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale