venerdì 20 gennaio | 19:04
pubblicato il 29/gen/2013 16:40

Mps: procuratore Siena, indagine incandescente. Non diciamo nulla

(ASCA) - Siena, 29 gen - E' una inchiesta su materiale ''incandescente'' quella condotta dalla Procura di Siena su Banca Mps e per questo la Procura mantiene il piu' stretto riserbo. Lo ha detto il procuratore capo Tito Salerno, che ormai da giorni, piu' volte, 'respinge' le richieste dei giornalisti di un incontro. Anche oggi, piu' di una volta, si e' ripetuta la stessa scena: da una parte i cronisti che stazionano di fronte alla porta da cui si accede agli uffici dei Pm, dall'altra Salerno e i sostituti Antonino Nastasi, Aldo Natalini e Giuseppe Grosso che si chiudono nel riserbo.

''Non e' per scortesia - ha detto oggi il Procuratore - ma non possiamo parlare, e' un'indagine complessa, incandescente, ancora lunga e che riguarda una societa' quotata. Al momento lo stato degli atti non ci consente di poter dire nulla''.

afe/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4