sabato 03 dicembre | 17:01
pubblicato il 24/apr/2014 19:52

Mps: Pm Siena, non in grado di acquisire Antonveneta. Subi' un danno

(ASCA) - Siena, 24 apr 2014 - Banca Mps ''non era in grado di affrontare'' l'acquisizione di Antonveneta e quindi l'operazione e' stata fatta in suo ''danno''.

Lo scrivono i Pm di Siena Aldo Natalini, Antonino Nastasi e Giuseppe Grosso, nel decreto con cui dispongono l'archiviazione di Mps, che risultava indagata ai sensi della legge 231 sulla responsabilita' amministrativa delle imprese nel procedimento sull'acquisizione di Banca Antonveneta. Il procedimento, attualmente in fase di udienza preliminare, vede indagate otto persone fisiche, tra cui l'ex presidente Giuseppe Mussari e l'ex Dg Antonio Vigni, e una persona giuridica, Jp Morgan, per la legge 231. Alle persone fisiche vengono contestati, a vario titolo, i reati di falso in prospetto, ostacolo alle funzioni dell'autorita' di vigilanza e manipolazione del mercato. Nel motivare la richiesta di archiviazione, i Pm sostengono che Mps non aveva ne' ''interesse'' ne' ''vantaggio'' dai presunti comportamenti illeciti che sarebbero stati tenuti dagli indagati suoi dipendenti. ''La Banca in realta' non stava bene e non era in grado di affrontare quella operazione'', scrivono i magistrati, secondo cui ''non puo' in alcun modo ritenersi nell'interesse dell'ente il riconoscimento di uno stato di salute dei propri conti non corrispondente al vero''. Circostanza questa, per i Pm, ''che determina un pregiudizio non solo per il mercato del credito, ma anche per la banca stessa, che si vede autorizzata a completare una operazione (l'acquisizione di Bav) per la quale non e' adeguatamente attrezzata dal punto di vista patrimoniale, sicche' l'entita' che risultera' post acquisizione sara' patrimonialmente, finanziariamente ed economicamente piu' debole''. Per i magistrati ''l'esigenza cui tutto viene sacrificato'' dagli indagati ''e' quella di mantenere l'apparenza di una situazione che permetta il conseguimento dell'agognata e necessaria autorizzazione'' al completamento dell'operazione sebbene il compimento di questa ''determini, proprio per le effettive condizioni di Bmps, un danno alla Banca stessa''.

afe/mau/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Ilva
Ilva, accordo con la famiglia Riva: disponibili oltre 1,3 mld
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari