sabato 25 febbraio | 22:28
pubblicato il 09/set/2016 19:54

Mps nervosa in Borsa in attesa nuovo Ad, sindacati preoccupati

Per il successore di Viola probabile cda prossima settimana

Mps nervosa in Borsa in attesa nuovo Ad, sindacati preoccupati

Roma, 9 set. (askanews) - Reazione nervosa a Piazza Affari il giorno dopo l'annuncio dell'uscita di Fabrizio Viola da Mps. In una giornata all'insegna della debolezza per i mercati azionari il titolo dell'istituto senese ha perso il 2,20%, con analisti e investitori che cercano di capire l'impatto dell'uscita di Viola sull'operazione di ricapitalizzazione.

Tempi rapidi per nominare il successore di Viola. Il cda, come ha comunicato ieri l'istituto, ha avviato il processo per la successione dell'amministratore delegato con l'obiettivo di arrivare in tempi molto brevi al suo insediamento. Probabile che il cda si riunirà la prossima settimana per la nomina del nuovo Ad. Da indiscrezioni di stampa sarebbero diversi i candidati in corsa per la carica di amministratore delegato ma con in pole position Marco Morelli, attuale responsabile di Merril Lynch in Italia, con un passato, 2003-2010 nel Monte dei Paschi di Siena.

Peraltro la poltrona di Ad potrebbe essere a tempo e finalizzata a garantire l'esecuzione del progetto di ricapitalizzazione. Poi saranno i nuovi soci forti che emergeranno dall'aumento di capitale a decidere se confermare o cambiare il capo azienda. Stesso discorso varrà per il presidente Massimo Tononi.

Sul nuovo Ad è intervenuta anche la Fondazione Mps, secondo la quale è "necessario addivenire quanto prima alla individuazione condivisa di una professionalità di alto profilo in grado di ricoprire la carica di amministratore delegato che dovrà affrontare le importanti sfide future a partire dall'attuazione del piano industriale, al fine di creare valore per gli azionisti e soprattutto per l'economia del nostro paese e per il territorio di riferimento".

Preoccupati i sindacati che esprimono perplessità sulle modalità con cui sembra essere maturata la decisione di Viola di rinunciare all'incarico. I sindacati chiedono al governo di mettere in sicurezza la banca. "Ci pare che il compito del Governo, in fasi delicate come quella che sta attraversando il Paese, il sistema bancario e il Monte dei Paschi di Siena in particolare, dovrebbe essere quello di mettere in sicurezza la banca e non di interferire su dimissioni e nomine dell'amministratore delegato".

Intanto non è in agenda alcun tipo di intervento dell'esm a sostegno di Mps o di altre banche italiane. L'ipotesi di effettuare interventi a sostegno di una o più banche italiane da parte dell'Esm, il fondo anticrisi europeo, "non è stata mai discussa, salvo che sui media italiani". Lo ha affermato lo stesso direttore dell'Esm, Klaus Regling, durante la conferenza stampa al termine dell'Eurogruppo a Bratislava.

Regling rispondeva a chi gli chiedeva se l'Esm potesse intervenire a favore di Banca Monte dei Paschi di Siena. "E' vero che anch'io ho visto di tanto in tanto queste storie sui media italiani, ma è l'unico posto su cui le abbia viste. L'Esm ha a disposizione i suoi strumenti per iniettare capitale nelle banche, ma non c'è stata assolutamente alcuna discussione di agire in tal senso e non mi attendo che accada".

"Richiederebbe - ha puntualizzato Regling - una decisione unanime del board e non se ne è mai discusso, salvo che sui media italiani come ho già detto".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech