martedì 21 febbraio | 16:11
pubblicato il 28/gen/2014 14:47

Mps: Mef, nessuna pressione per anticipare tempi aumento capitale

Mps: Mef, nessuna pressione per anticipare tempi aumento capitale

(ASCA) - Roma, 28 gen 2014 - Il Tesoro non ha esercitato alcuna pressione per anticipare i tempi dell'aumento di capitale di Mps. Lo afferma il ministero in una nota.

''In questi giorni - si legge nella nota - alcuni organi di informazione riferiscono che il Ministero dell'Economia e delle Finanze sarebbe favorevole ad anticipare i tempi dell'aumento di capitale della Banca Monte dei Paschi di Siena.

Tali interpretazioni sono infondate. Il calendario per l'aumento di capitale e' stato definito dall'assemblea dei soci della banca e non e' in discussione'' ''Il Ministero auspica piuttosto - conclude la nota - che la Fondazione Monte de' Paschi di Siena si adoperi attivamente per stabilizzare l'assetto azionario della banca, riducendo la propria partecipazione e favorendo cosi' l'ingresso di partner stabili e motivati alla partecipazione all'aumento di capitale''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia