sabato 03 dicembre | 18:55
pubblicato il 02/feb/2013 15:52

Mps: Mazzini (Fondazione), Profumo disattende mandato

Mps: Mazzini (Fondazione), Profumo disattende mandato

(ASCA) - Siena, 2 feb - ''Il presidente di Banca Mps, Alessandro Profumo, con le sue dichiarate intenzioni di cercare nuovi soci disattende completamente il mandato ricevuto all'assemblea di ottobre 2012 dalla Fondazione Mps, l'ente che lo ha nominato a capo della Banca''. E' quanto dichiara Paolo Mazzini, membro della Deputazione generale della Fondazione Mps.

''Negli ultimi giorni - spiega Mazzini - Profumo ha piu' volte ribadito di volere nuovi soci per la Banca, ha addirittura detto di 'sognare' un socio finanziario a lungo termine. Un'operazione del genere e' possibile soltanto se viene concluso a breve l'aumento di capitale fino a un miliardo, per il quale il Cda ha ricevuto la delega dall'assemblea dei soci del 9 ottobre scorso. L'aumento di capitale, pero', e' stato autorizzato dalla Fondazione con la clausola che venga valutato solo come estrema ratio''.

Secondo Mazzini, ''Profumo non ha ricevuto una delega in bianco ma un perimetro preciso entro il quale operare: l'aumento va valutato da qui al 2015 e non necessariamente deve essere dell'intera cifra di un miliardo''.

afe/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari