giovedì 08 dicembre | 03:55
pubblicato il 25/gen/2013 12:02

Mps: Fassina, non era il Pd locale a influenzare banca ma viceversa

(ASCA) - Roma, 25 gen - ''Non era il Pd locale che influenzava la banca, ma era la banca che influenzava il Pd locale tant'e' che i sindaci prima di Ceccuzzi erano espressione diretta del management della Banca''. A dirlo e' il responsabile economico del Partito Democratico Stefano Fassina, intervenuto a ''Nove in Punto'', su Radio24, sul tema MPS. ''Se c'e' stata una gestione sbagliata, come credo, - aggiunge - riguarda le scelte manageriali. Ritengo che sia stato un errore da parte della Fondazione quello di non scendere nel capitale della banca come hanno fatto tante altre Fondazioni, ma di indebitarsi per mantenere il 49% del capitale della Banca''. Sul rapporto del partito con la banca Fassina dice che ''e' nella legge che quelle nomine siano fatte dagli enti territoriali, enti territoriali che a Siena erano espressione della Banca. Cioe' il rapporto tra banca e amministrazioni o partito e' inverso di quello che si tenta di descrivere''. red/did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni