lunedì 27 febbraio | 04:42
pubblicato il 01/ago/2013 15:43

Mps: Fabi, no a ulteriori tagli posti. Puntare su riduzione costi

(ASCA) - Roma, 1 ago - ''Condividiamo la sollecitazione di Almunia a intervenire piu' incisivamente sul fronte dei costi amministrativi e sulle consulenze, ma non siamo disponibili ad accettare ulteriori tagli sui lavoratori del gruppo Mps''.

Lo dichiara, in una nota, il coordinamento Fabi del gruppo Mps.

''I dipendenti hanno gia' sostenuto con grande senso di responsabilita' notevoli sacrifici. Adesso - prosegue la nota - il rilancio del gruppo deve passare attraverso un deciso intervento sui costi amministrativi e sulle consulenze, cosi' come previsto dall'accordo sul piano industriale''.

Secondo il sindacato, ''un eventuale parere negativo dell'Unione europea sul piano Mps rischierebbe, infatti, di rallentare il progetto di rafforzamento della banca, gia' concordato con il sindacato. Auspichiamo, infine, il ritorno all'unita' di tutte le Organizzazioni Sindacali aziendali per condividere e rendere effettivo il rilancio del Gruppo, tenendo come presupposto l'accordo sul piano industriale del 19 dicembre 2012''.

com-fch/lus/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech