lunedì 05 dicembre | 09:37
pubblicato il 07/ago/2014 11:52

Mps, Fabi: dopo accordo uscite basta tagli, banca lavori su ricavi

(ASCA) - Firenze, 7 ago 2014 - ''Grazie all'unita' del tavolo sindacale, finalmente ricompattato dopo la rottura del 2012 e' stato possibile raggiungere un accordo equilibrato, che ha permesso uscite volontarie con ammortizzatori sociali totalmente a carico dell'azienda, senza ulteriori sacrifici per i lavoratori. Adesso auspichiamo che il management prosegua sulla strada del rilancio del gruppo, concentrandosi pero' sui ricavi e non piu' sui tagli''. Lo afferma il coordinamento Fabi del Gruppo Mps, dopo l'accordo firmato nella notte per 1.334 uscite.

''Grazie all'accordo siglato stanotte - sottolinea la Fabi - le 1.334 uscite avverranno su base volontaria e saranno coperte dal Fondo di Solidarieta', l'ammortizzatore sociale di categoria, con costi totalmente a carico dell'azienda, senza alcun onere aggiuntivo per i dipendenti in servizio. I lavoratori interessati percepiranno un assegno di sostegno al reddito pari mediamente all'83-85% del loro stipendio''.

com-afe/did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari