lunedì 23 gennaio | 08:00
pubblicato il 07/ago/2014 11:52

Mps, Fabi: dopo accordo uscite basta tagli, banca lavori su ricavi

(ASCA) - Firenze, 7 ago 2014 - ''Grazie all'unita' del tavolo sindacale, finalmente ricompattato dopo la rottura del 2012 e' stato possibile raggiungere un accordo equilibrato, che ha permesso uscite volontarie con ammortizzatori sociali totalmente a carico dell'azienda, senza ulteriori sacrifici per i lavoratori. Adesso auspichiamo che il management prosegua sulla strada del rilancio del gruppo, concentrandosi pero' sui ricavi e non piu' sui tagli''. Lo afferma il coordinamento Fabi del Gruppo Mps, dopo l'accordo firmato nella notte per 1.334 uscite.

''Grazie all'accordo siglato stanotte - sottolinea la Fabi - le 1.334 uscite avverranno su base volontaria e saranno coperte dal Fondo di Solidarieta', l'ammortizzatore sociale di categoria, con costi totalmente a carico dell'azienda, senza alcun onere aggiuntivo per i dipendenti in servizio. I lavoratori interessati percepiranno un assegno di sostegno al reddito pari mediamente all'83-85% del loro stipendio''.

com-afe/did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4