giovedì 23 febbraio | 03:39
pubblicato il 18/set/2014 15:37

Mps: DirCredito, aumento retribuzioni Top Manager sarebbe uno scandalo

(ASCA) - Roma, 18 set 2014 - ''Se la notizia che ha fatto il giro del web fosse vera sarebbe una vergogna'',cosi', in una nota, Maurizio Arena, Segretario Generale DirCredito, il sindacato delle alte professionalita' del settore del credito, commenta i rumors secondo cui i Top Manager di Mps si sarebbero modificata la composizione dello stipendio.

''L'operazione'', continua Arena, '' di aumentare la parte fissa e quindi garantita della retribuzione a scapito di quella variabile legata ai risultati ottenuti, anche in caso di uscita anticipata, sarebbe un vero e proprio scandalo.

Cio' non solo alla luce dei sacrifici chiesti a tutti gli altri lavoratori di Mps, ma anche di fronte allo stallo delle trattative per il rinnovo del contratto di categoria e all'inspiegabile posizione di Abi, che non ha ancora sciolto la riserva sulla tabellizzazione dell'Edr e quindi sugli impegni assunti. Restiamo in attesa di un chiarimento che sgombri il campo da ogni dubbio''.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Alitalia
Alitalia, Uilt: pronti a nuovi scioperi, domani confermato
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech