martedì 06 dicembre | 09:43
pubblicato il 01/feb/2013 12:35

Mps: da prospetti Alexandria e Skylark numerosi interrogativi (punto)

(ASCA) - Roma, 1 feb - Il 15 di dicembre del 2005 il Monte dei Paschi decide di investire 400 milioni in Alexandria, il detonatore dello scandalo dei derivati che sta scuotendo la banca senese. Una decisione che matura nell'Area Finanza di Mps diretta da Gianluca Baldassarri, allora la banca e' guidata dal Direttore Generale Emilio Tonini, alla presidenza di Rocca Salimbeni c'e' Pierluigi Fabrizi. Il prodotto finanziario viene appositamente confezionato dalla banca londinese Dresdner. Dai prospetti dei prodotti visionati dall'Asca, in realta' chi compra Alexandria, societa' con capitale di 40mila euro, sta investendo in Skylark, anch'essa con 40mila euro di capitale. Entrambe appartengono alla Dresdner.

L'attivo di Skylark e' rappresentato da 400 milioni di Abs (obbligazioni garantite da mutui di tutti i tipi) venduti da Dresdner (Counterparty) a Skylark. Per proteggere questo investimento Skylark emette, dal lato del passivo, altri 400 milioni di bond chiamati Secured Floating Rate Credit Linked Notes (''Madison'' Class A), il cui valore dipende da quello degli Abs. In questo modo un calo nel valore dell'attivo viene compensato da un analogo calo del passivo, basta trovare un acquirente delle Notes. Le compra Alchemy, altra societa' di Dresdner con 40 mila euro di capitale. Alchemy,come nel caso di Skylark, ha il problema di proteggere i suoi 400 milioni di investimento. Glielo risolve Alexandria che vende ad Alchemy, la protezione assicurativa (Cds) sui 400 milioni. Ora tocca ad Alexandria proteggere il suo unico asset, cioe' la polizza assicurativa su 400 milioni venduta ad Alchemy. Per fare questo Alexandria emette dal lato del passivo 400 milioni di bond ( Floating Rate Secured Liquidity Linked Notes) che vengono comprati dall'investitore finale (Mps). In questo modo, il rischio legato ai bond garantiti dai mutui, e' tutto in capo a Siena e i soldi del Monte risalgono fino al vertice della filiera. Insomma chi investe in Alexandria diventa il finanziatore dell'attivo di Skylark e dello smobilizzo del portafoglio della Dresdner, il fornitore di Skylark. Se il portafoglio di Skylark dovesse perdere valore allo stesso modo si comporta l'investimento del Monte, gli altri sono tutti assicurati, mentre Dresdner ha gia' incassato. Da un punto di vista tecnico si tratta di un prodotto bifronte: un Cdo per la parte Skylark e un Cds Funded per la parte Alexandria, racchiusi elegantemente in due prospetti di complessive 190 pagine. Restano alcuni quesiti. Il primo riguarda la dimensione dell'investimento Mps pari al 20% del totale del portafoglio titoli autonomamente gestito dall'area finanza, una concentrazione di rischio quanto meno anomala. Il secondo da dove arrivano i bond con cui Dresdner riempie l'attivo in Skylark.

Il terzo riguarda la spezzatura delle Notes emesse da Alexandria e comprate da Mps, un meccanismo che consente l'utilizzo di due bookrunner, Dresdner tratta fino a 260 milioni di Alexandria, degli altri 140 se ne occupa il broker coreano Coryo. Perche' utilizzare un broker coerano quando ai potrebbe comprare il tutto direttamente da Dresdner? Infine, la schermatura dell'operazione, il Monte per comprare il rischio Skylark deve passare per Alexandria che, a sua volta, passa per Alchemy. Il resto della storia e' nota.

Nel 2009 Alexandria perde il 65-70% del valore, i 400 milioni si sono ridotti 150-160 milioni, arriva la ristrutturazione con la banca giapponese Nomura, occultata alla Banca di Italia, e in un solo giorno Alexandria recupera 200 milioni di valore.

men/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Casa
Ag. Entrate: mercato immobiliare in rialzo, nel III trim. +17,8%
Fs
Antitrust: indagini su Trenitalia e Ntv per pratiche scorrette
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari