sabato 25 febbraio | 19:46
pubblicato il 27/nov/2013 13:36

Mps: Commissione Ue approva piano ristrutturazione (2 Upd)

(ASCA) - Bruxelles, 27 nov - Via libera della Commissione europea al piano di ristrutturazione di Monte dei Paschi. Per Bruxelles, il sostegno pubblico concesso all'istituto creditizio ''e' in linea con le norme UE in materia di aiuti di Stato''. La Commissione, si legge nelle motivazioni, ''ha approvato le misure per motivi di stabilita' finanziaria''.

Bruxelles inoltre ritiene che il piano di ristrutturazione della banca senese ''garantisca la redditivita' a lungo termine della banca, preveda un contributo adeguato da parte di MPS ai costi della ristrutturazione e riduca le distorsioni della concorrenza derivanti dall'aiuto''. Cio' anche ''alla luce dell'impegno di Mps di reperire sul mercato capitali almeno 2,5 miliardi di euro di capitale e di rimborsare la totalita' dei titoli sottoscritti dallo Stato entro cinque anni''.

Monte dei Paschi ha beneficiato di una ricapitalizzazione da parte dello Stato pari a 3,9 miliardi di euro, oltre a una garanzia statale di 13 miliardi di euro concessa sulle passivita' Mps nell'ambito del regime italiano di garanzia a favore delle banche. Tali aiuti rsono stati concessi in via provvisoria a patto che le autorita' italiane presentassero un piano di ristrutturazione per giustificare gli aiuti.

Oggi, dopo colloqui di mesi con le autorita' italiane, ha stabilito che il piano di ristrutturazione quinquennale del Monte ''garantisce la redditivita' della banca nel lungo termine senza rendere necessario un ulteriore sostegno statale''. La Commissione ha verificato che il piano ''e' basato su ipotesi sufficientemente prudenti'', in particolare in relazione alle ipotesi sullo spread dei titoli di Stato italiani. In base al piano Bruxelles ritiene che il profilo di rischio della banca ''sara' ridotto'' attraverso una migliore struttura di corporate governance,una riduzione dell'esposizione al debito sovrano e limitazioni all'attivita' di negoziazione. Anche la remunerazione dei dirigenti sara' sottoposta ad un limite massimo. Ancora, per il la Commissione europea il piano di ristrutturazione prevede ''un sufficiente'' contributo ai costi della ristrutturazione da parte di Monte dei Paschi per ridurre l'onere a carico del contribuente. Attraverso la riduzione del 25% dello stato patrimoniale il piano limita anche le distorsioni della concorrenza provocate dall'aiuto. ''Altro elemento essenziale'' per la Commissione Ue e' l'incremento di capitale di almeno 2,5 miliardi di euro che la banca prevede di realizzare sul mercato. ''Cio' consentirebbe alla banca di rimborsare gran parte dei capitale statale''. Il via libera della Commissione Ue e' legato a delle condizionalita'. Il Monte dei Paschi di Siena dovra' impegnarsi a ridurre la propria attivita' internazionale (cio' comporta la cessione di Monte Paschi Belgio, Monte Paschi Francia e Monte Paschi Regno Unito). L'astensione all'attivita' di mercato in strumenti complessi quali derivati di derivati, stop parziale ad alcune attivita' quali leasing e concessione di prestiti. Imposto inoltre un limite di rischio alle attivita' commerciali. A quanto si apprende la Commissione avrebbe concordanto col Monte la ricapitalizzazione dell'Istituto di credito entro la scadenza ultima di dicembre 2014.

bne/cam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Volkswagen
Volkswagen, torna in utile nel 2016 per 5,1 mld dopo dieselgate
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech